Napoli: 11enne del napoletano si toglie la vita: ritorna il fenomeno delle challenge mortali sui social

Attualità 11enne del napoletano si toglie la vita: ritorna il fenomeno delle challenge mortali sui social
  Condividi:  
405 01/10/2020

Dopo la Blue Whale challenge che in Russia ha causato numerose vittime fra gli adolescenti, continua il terribile fenomeno delle challenge social che sta colpendo il web, questa volta in Italia.

Una delle nuove challenge, già nota in Sud America, si cela dietro il profilo chiamato “Jonathan Galindo“, un gioco on-line assurdo che a piccoli step, dopo anche atti di autolesionismo, porta le giovani vittime al suicidio, e che pare essere dietro la morte di un 11enne di Napoli, che negli scorsi giorni si è tolto la vita lanciandosi dal decimo piano della sua abitazione.

I genitori del ragazzino, nei giorni prima dell’estremo gesto, avrebbero constatato una strana inquietudine nei comportamenti del bambino. L’11enne, prima del suicidio, pare avrebbe lasciato un ultimo biglietto ai genitori, in cui parla di paura causata da un “uomo nero”.

Ora la Procura indaga sulla vicenda e punta a fare chiarezza, con la collaborazione delle Forze dell’Ordine, che stanno setacciando gli hardware del ragazzino, tra cui il cellulare ed una console, per ritrovare prove che colleghino il suicidio a quest’orribile fenomeno che negli ultimi anni sta mietendo sempre più vittime in tutto il mondo.