Ads-Elysium-lunga

Campania: 390 i casi registrati ieri, De Luca minaccia nuova chiusura della regione

Attualità 390 i casi registrati ieri, De Luca minaccia nuova chiusura della regione
  Condividi:  
1265 02/10/2020

390 nuovi casi di Coronavirus in Campania. Questo è il numero registrato nella giornata di ieri, un record di casi che rende la situazione preoccupante, con un aumento rispetto al giorno precedente di 103 casi ma con circa 2500 tamponi effettuati in più.

A gravare sul bilancio di 5717 positivi attualmente al Covid, è la situazione dei posti letto che stanno per essere saturi in tutte le strutture adibite per il Coronavirus a disposizione in Campania. E così il Governatore Vincenzo De Luca si prepara a potenziare il piano sanitario fino a 20mila posti letto per fronteggiare questa seconda ondata del virus.

Fino ad ora, le decisioni prese da De Luca, come la campagna di vaccini antinfluenzali, lo stop alla movida, i tamponi obbligatori all’aeroporto per chi rientra dall’estero, potrebbero non essere sufficienti, e nonostante le tante critiche per una possibile nuova chiusura della regione, il Governatore ne palesa la possibilità durante la sua presenza a Porta a Porta: “La previsione pessimistica degli epidemiologi è di un picco di 5000 contagi da qui a un mese (…) se andiamo avanti così tra un mese dobbiamo di nuovo chiudere tutto“.

Intanto però, il Premier Giuseppe Conte invita De Luca alla calma e a mantenere il coordinamento con il Governo: “Non possiamo andare in ordine sparso, dobbiamo continuare a lavorare a livello centrale per assumere le decisioni quando servono”.

Le prossime settimane saranno decisive per le sorti della Campania. La certezza è che servirà un piano deciso per contenere questo ritorno autunnale del Coronavirus.