Ads-Elysium-lunga

Agropoli: Al via l’installazione del sistema di videosorveglianza presso il Testene. Scoperta una famiglia di Lontre

Attualità Al via l’installazione del sistema di videosorveglianza presso il Testene. Scoperta una famiglia di Lontre
  Condividi:  
1225 17/09/2020

A lavoro questa mattina tecnici dell’ENEL e di Convergenze s.p.a. per l’installazione del sistema di videosorveglianza presso il Parco Fluviale del Testene.  L’impianto di videosorveglianza fungerà da deterrente per i malintenzionati oltre ad avere il compito di monitorare il corso d’acqua del fiume, le piene e le specie animali.

Nello scorso mese di agosto 15 Geramni Reali, presenti nel fiume, furono portate via da ignoti e da qui la richiesta di installare delle videocamere di sorveglianza. Grazie a Convergenze s.p.a., partner del progetto, l’area interessata sarà dotata di una rete dati e avrà a disposizione anche una rete WiFi per l’accesso ad internet. Tra circa un mese il sistema operativo dovrebbe essere pronto.

Il progetto “Genesi” lanciato dal cittadino Gerardo Scotti e sostenuto dal Comune di Agropoli continua a crescere. “E’ stata scoperta nei giorni scorsi la presenza molto importante di una famiglia di Lontre, animale protetto e simbolo del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni e diversi specie di uccelli”. Fa sapere Gerardo che quotidianamente si reca più volte al giorno sul posto per controllare i piccoli pennuti e ripulire l’area da eventuali rifiuti.

L’area protetta Testene, sotto la tutela del Nucleo Intervento Tutela Ambientale e dell’O.M.I.N, si sta piano piano ripopolando grazie ai vari rilasci di specie animali come papere, anatre e Germani Reali, pesci che precedentemente erano presenti nel fiume e si sono estinti e lo scopo del telecamere di videosorveglianza sarà anche quello di monitorare queste specie selvatiche.

Per chiunque volesse sostenere l’iniziativa di Gerardo e contribuire alla riqualificazione del Parco Fluviale Testene o semplicemente contribuire all’acquisto di mangime per le Anatre  può farlo con delle donazioni libere rivolgendosi al numero 3317305767.   

Presso il Parco fluviale del Testene è vietata qualsiasi tipo di pesca o caccia. Non si può catturare nessun animale o insetto presente, neanche una LibellulaInoltre il fiume è un bene di tutti ed è dovere di ogni cittadino preservarlo, difenderlo e custodirlo perchè esso è una risorsa unica.