Roma: Cilento in festa, Don Giustino Maria Russolillo proclamato Santo

Attualità Cilento in festa, Don Giustino Maria Russolillo proclamato Santo
  Condividi:  
407 15/05/2022
Cilento Channel in Regione Campania sul canale 180 dal 1° luglio 2022

 

Domenica 15 maggio, quinta domenica di Pasqua, alle ore 10, sul sagrato della basilica di San Pietro, la Chiesa cattolica vive la canonizzazione tra gli altri anche di Giustino Maria Russolillo, fondatore dei Vocazionisti.
Insieme a lui canonizzati anche Titus Brandsma, Lazzaro detto Devasahayam, César de Bus, Luigi Maria Palazzolo, Charles de Foucauld, Marie Rivier, Maria Francesca di Gesù Rubatto, Maria di Gesù Santocanale e Maria Domenica Mantovani. Sono tutti beati che da tempo la chiesa venera con particolare devozione.
San Giustino Maria della Ss. Trinità è stato un sacerdote originario di Pianura, quartiere periferico di Napoli, vissuto all’inizio del Novecento. Il Cilento si lega profondamente alla sua figura in quanto proprio a Mercato Cilento San Giustino scrisse la regola della congregazione delle divine vocazioni diffusa in tutto il mondo. Secondo la sua visione la nuova famiglia religiosa si sarebbe adoperata per la riscoperta della fede e della comune vocazione cristiana. Proprio per rispondere all’esigenza di favorire nuove vocazioni, l’allora vescovo di Vallo della Lucania Mons. Cammarota raccolse i primi voti di questa grande famiglia religiosa oggi diffusa su tutta la terra. Auguri ai Padri e alle suore delle divine Vocazioni, oggi il Cilento e la Diocesi di Vallo della Lucania sono in festa con Papa Francesco e tutta la Chiesa universale.