Agropoli: Coppola su mascherine: “Per noi spesa non banale, Comune non può fare danno ad ospedali”

Attualità Coppola su mascherine: “Per noi spesa non banale, Comune non può fare danno ad ospedali”
  Condividi:  
1078 18/04/2020

Consueto appuntamento serale con il Sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, che nella Diretta news di ieri, ha parlato di vari argomenti, a partire dal nuovo caso di Covid-19 in città, ma anche di truffe e di mascherine.

Il Sindaco Coppola, ha commentato il 23° contagio da Coronavirus in città: “Credo che è un risultato che potevamo aspettarci, essendo stati insieme era probabile che il virus si estendesse anche a lei. Ci auguriamo che sia un caso che non porti conseguenze. Due persone fanno parte della catena dei contatti, non ne ha avuti tranne che con parenti stretti che hanno visto in maniera molto rara, e che verranno sottoposti a tampone. Sapevamo che questo contagio sarebbe arrivato.

Poi Adamo Coppola, fa un appello ai cittadini agropolesi riguardante le truffe e i raggiri, che anche in questo periodo sono presenti, sfruttando anche la situazione: “Mi appello a tutti i cittadini di Agropoli, nel caso dovesse chiamarvi qualcuno per fare le analisi del sangue o il tampone, non aprite a nessuno. Se si tratta di qualcosa veramente fatto dalle autorità sanitarie, arriveranno ambulanze e anche la polizia municipale. Se vi chiama un soggetto qualsiasi sono malintenzionati. Il tampone fatto a casa è una cosa rara, ma nel caso, si arriva con macchine di servizio. Non cadete in questi trabocchetti.

Ed arriva anche la risposta alle tante richieste di fornire di mascherine tutta la popolazione comunale: “La fornitura a tutta la popolazione non costerebbe poco e non sarebbe funzionale alla sanità, se questa scelta la fa la Regione che ha in mano il coordinamento e ritiene che si possano acquistare per tutti senza fare un danno, applaudiremo a questa iniziativa. Non è competenza dei sindaci, i comuni non si possono mettere in concorrenza con le esigenze degli ospedali e la spesa per noi non sarebbe banale, i numeri della città sono importanti. È facile farsi pubblicità con le mascherine, ma non serve, e anche se è stato fatto non è il modo giusto per fare contenti i cittadini.

Invece, riguardo i controlli in città fatti ieri dalla Polizia Municipale, sono state circa 300 le persone controllate, con 3 denunce, e 100 attività commerciali controllate. Mentre gli accessi ai supermercati sono stati 1980.