Castellabate: Disagi nella consegna della Posta, richiesta potenziamento del personale.

Attualità Disagi nella consegna della Posta, richiesta potenziamento del personale.
  Condividi:  
302 20/08/2020

“La consegna della posta è un servizio essenziale nella vita di relazione dei cittadini, con effetti di non poco conto nei rapporti giuridici con terzi; il ritardo o la mancata consegna della corrispondenza determina una pluralità di danni patrimoniali e non patrimoniali per il mittente ovvero per il destinatario; si pensi non soltanto al pericolo di distacco delle utenze, domestiche e non, derivanti dal mancato recapito delle bollette, ma anche e soprattutto alle conseguenze economiche e/o lavorative, che la mancata o tardiva consegna di una raccomandata, posta privilegiata per eccellenza, può comportare per il destinatario o il mittente della stessa. Da alcuni mesi nel Comune di Castellabate, in particolare nella frazione San Marco, all’Annunziata, alle contrade Franco e Cenito, tante famiglie denunciano il ritardo, o addirittura il mancato recapito della corrispondenza, nello specifico utenze domestiche”.

A farlo sapere, attraverso una nota stampa, è il capogruppo di opposizione Alessandro Lo Schiavo

“Si tratta di una situazione di estremo disagio, in particolar modo per tanti anziani, che vedono recapitare i bollettini di pagamento al proprio domicilio, a volte ben oltre la data di scadenza della fattura. La circostanza, oltre ad ingenerare comprensibile apprensione determina, paradossalmente, in alcuni casi, l’applicazione di penali da parte di qualche gestore delle utenze, per mancato o ritardato pagamento. Non è una situazione più tollerabile, considerato peraltro che per usufruire del servizio postale i cittadini pagano tariffe sempre più alte, e che quella di ricevere la corrispondenza da parte di Poste Italiane e non di altri operatori, spesso, non è una scelta del cittadino. La mancanza di personale in primis, in questo caso di portalettere, che hanno zone vastissime da servire, che quando hanno conosciuto il territorio vengono sostituiti da altri postini è una delle cause principali di questa incresciosa situazione. Un solo postino deve servire un’area vastissima che comprende San Marco, l’Annunziata, le contrade Franco e Cenito, per arrivare al Lungomare di Santa Maria. Di questo passo il problema non si risolverà mai, anzi andrà sempre peggio, la corrispondenza soprattutto quelle delle utenze domestiche non sarà mai consegnata con puntualità. L’Azienda deve responsabilmente farsi carico del problema, attraverso il potenziamento dell’organico ( dei portalettere in questo caso), facendoli lavorare per lunghi periodi, mettendo a disposizione degli utenti, un numero di telefono gratuito per segnalare la mancata consegna della posta. Attualmente, infatti, è si prevista la segnalazione alle Poste, ma attraverso il sito internet dedicato. E’di tutta evidenza, che per le persone anziane e non solo, questa procedura diventa estremamente difficoltosa, se non addirittura impossibile da seguire. Per questo, confidando nella consueta disponibilità, attenzione e sensibilità del Management di Poste Italiane, già manifestate in passato per casi similari, con la presente chiedo un autorevole intervento di codesta Azienda per eliminare il disagio denunciato da tantissimi cittadini di Castellabate e per continuare a garantire i consueti standard di qualità del servizio.