Ads-Elysium-lunga

Scuola: E’ polemica sulla maturità in presenza, arriva il no anche dei presidi

Attualità E’ polemica sulla maturità in presenza, arriva il no anche dei presidi
  Condividi:  
478 06/05/2020

 

A poco più di un mese dall’inizio della maturità per gli studenti del quinto anno delle scuole italiane, manca ancora una decisione definitiva sulle modalità secondo le quali si svolgerà.

La Ministra Lucia Azzolina continua a portare avanti l’idea di effettuare la maturità in classe, ma i dissensi sono sempre maggiori, visti i rischi che si correrebbero. Questa volta, a schierarsi contro questa decisione è l’Associazione Nazionale Presidi, che mette in evidenza tutte le perplessità riguardo l’applicazione di questa scelta, perplessità che condividono anche docenti e personale Ata. La richiesta portata avanti dai presidi è quella di una risposta rapida che ancora non è arrivata dal Ministero, la volontà di sapere con quale regole verrebbe svolto questo esame in classe mantenendo la sicurezza necessaria, che in alcune strutture di determinate dimensioni, non è possibile garantire.

Non solo il corpo scolastico tutto, ma anche i sindacati fanno pressioni per una risposta sulla questione. Ma al momento, l’ipotesi di tornare in classe per l’esame di maturità, sembra allontanarsi.