Agropoli: Furti alla fauna del Parco Fluviale Testene: scomparse 15 anatre ed un esemplare di Germano Reale

Attualità Furti alla fauna del Parco Fluviale Testene: scomparse 15 anatre ed un esemplare di Germano Reale
  Condividi:  
2010 26/08/2020

 

C’è indignazione fra i cittadini per quanto accaduto durante la notte al Parco Fluviale Testene, da poco riqualificato grazie all’impegno dell’ambientalista agropolese Gerardo Scotti e della N.I.T.A, e con il patrocinio del Comune di Agropoli.

L’amara sorpresa per Gerardo Scotti, che gestisce l’area ormai diventata un’attrazione per famiglie e bambini, è arrivata questa mattina al suo arrivo. Colpita gravemente la fauna del Testene, con il furto di 15 esemplari di anatre e di un Germano Reale. Scotti, nella giornata di ieri, aveva notato tre soggetti che osservavano la zona con fare sospetto, scambiando informazioni tra di loro, ma purtroppo l’Amministrazione non ha ancora provveduto a installare nell’area la videosorveglianza.

Dopo questo accaduto, il Sindaco Adamo Coppola ha dato il nullaosta per l’installazione di 30 telecamere lungo tutto il fiume. Il progetto per la videosorveglianza sarà definito entro la settimana prossima ed in seguito reso effettivo. Intanto, Gerardo Scotti, installerà delle fototrappole nell’area, in attesa delle telecamere.

L’ambientalista, inoltre, ha anche ritrovato un altro esemplare di Germano Reale morto, ma in questo caso si è trattato di un attacco di una nutria, e quindi di un altro problema che Scotti aveva chiesto di risolvere con una derattizazione, ancora non effettuata da chi di dovere.

Sui social tanta rabbia della cittadinanza agropolese, che ha condannato questa profanazione della natura e questa inciviltà in modo assoluto. Tanti anche i messaggi di supporto arrivati a Gerardo Scotti, che nei suoi interventi sui social ha dichiarato di essere molto deluso per questa brutta vicenda. Per chiunque volesse sostenere l’iniziativa di Gerardo e contribuire alla riqualificazione del Parco Fluviale Testene o semplicemente contribuire all’acquisto di mangime per le Anatre  può farlo con delle donazioni libere rivolgendosi al numero 3317305767.

Presso il Parco fluviale del Testene è vietata qualsiasi tipo di pesca o caccia.
Non si può catturare nessun animale o insetto presente, neanche una Libellula

Inoltre il fiume è un bene di tutti ed è dovere di ogni cittadino preservarlo, difenderlo e custodirlo perchè esso è una risorsa unica.