Agropoli: Gestione posidonia spiaggiata: Incontro Cittadini 5 Stelle con il Sindaco di Agropoli

Attualità Gestione posidonia spiaggiata: Incontro Cittadini 5 Stelle con il Sindaco di Agropoli
  Condividi:  
225 22/05/2020
Ieri pomeriggio (21 maggio) una delegazione del gruppo di cittadinanza attiva con il portavoce del M5S in Consiglio Comunale Mario Pesca, ha incontrato il Sindaco della città di Agropoli per offrire la propria collaborazione nella gestione delle problematiche relative alla gestione della Posidonia, del litorale agropolese e alla programmazione delle future necessità.
Nell’incontro sono stati trattati numerosi argomenti:
A) Si è sollecitata una risposta formale alla petizione popolare sulla questione della Posidonia depositata in data 2 Marzo u.s., per il rispetto che si deve alle più di 300 persone che l’hanno sottoscritta.
B) Si è richiesta l’adozione di un “Piano di gestione integrata delle coste e delle biomasse spiaggiate” da deliberare entro Ottobre 2020, con un programma dettagliato di pulizia, manutenzione e gestione del litorale comunale che copra tutto l’anno solare. A tale scopo si è lasciata al Sindaco la nostra proposta di Piano (già presentata il 10 Luglio 2019), per superare definitivamente la gestione straordinaria delle spiagge la cui cura deve avvenire tutto l’anno, anche durante la stagione invernale.
C) Il Sindaco, apparso subito collaborativo, ci ha quindi lasciato copia di uno studio preliminare riguardo alla tipologia ed alla fruizione del litorale agropolese, frutto dell’esigenza di stabilire le “postazioni della spiaggia libera” per l’estate 2020 (in base alle regole di distanziamento Covid-19).
D) Ci siamo, inoltre, dichiarati in attesa di aggiornamenti sulla caratterizzazione degli accumuli antropici della Marina del Porto e della spiaggia della Licina, eseguita dal Comune a Febbraio-Marzo 2020, e sui risultati dei test delle macchine vagliatrici (eseguiti in Germania su un campione di due camion).
E) Si è affrontato anche il capitolo della gestione “emergenziale” di quest’anno, ricordando che la pulizia degli arenili deve essere svolta secondo normativa, ovvero con mezzi adeguati alle movimentazioni sul litorali (mezzi leggeri gommati); nel caso di “spostamento in loco” della Posidonia, tale operazione deve essere effettuata in modo che, a fine stagione estiva, tutto il materiale spostato possa e debba essere riposizionato sulla battigia (così come imposto dalla normativa vigente, purtroppo mai rispettata negli anni passati).
F) Per ciò che attiene alla Baia di Trentova ci è stato comunicato che verrà fatto nei prossimi giorni un limitato lavoro di manutenzione che riguarderà le pietre che “hanno creato uno scalino che non fa arrivare la sabbia sul litorale”; in ogni caso ci è stato assicurato che la Posidonia spiaggiata (in esigue quantità) non verrà rimossa. Abbiamo suggerito, a nostra volta, di dotare i lidi di sacchi di juta (biostuoie) per contenere le poche foglie di Posidonia presenti e sfruttarle come coerente arredo per i lidi (così come da brevetto ENEA).
A conclusione: è stato un incontro pacato e costruttivo nel quale si sono anche chiarite alcune incomprensioni verificatesi in passato. Auspichiamo che tale spirito di collaborazione ed ascolto possa aprire una nuova stagione dialettica fra Amministrazione cittadina ed opposizione per un sicuro beneficio dell’intera cittadinanza.