Agropoli: In arrivo presso l’ospedale agropolese il macchinario per analizzare i tamponi molecolari

Attualità In arrivo presso l’ospedale agropolese il macchinario per analizzare i tamponi molecolari
  Condividi:  
1277 20/10/2020

Dal primo novembre arriverà, presso l’Ospedale di Agropoli, una macchina capace di processare 600 tamponi al giorno per accertare eventuali contagi da Coronavirus anche per gli esterni. Attualmente, nella struttura ospedaliera, precisamente da questa mattina, i tamponi fatti al personale del pronto soccorso saranno processati presso il laboratorio in sede, in quanto è presente una apparecchiatura, dedicata esclusivamente ai tamponi interni. Come prevedono i protocolli sanitari, tutto il personale medico e infermieristico ogni 10 giorni è sottoposto a regolare controllo mediante tampone oro-faringeo.

La possibilità di poter processare i tamponi nel laboratorio di Analisi del nosocomio agropolese è molto importante, in una fase molto delicata che registra un numero di casi positivi al Covid-nella provincia salernitana. Fortunatamente si tratta, per la maggior parte di casi asintomatici, quindi non gravi, ma il loro accertamento in loco non potrà che accellerare le procedure per processare i taponi in tempi rapidi.

I test diagnostici in uso in Italia per l’accertamento della positività al Covid-19, sono basati sulla metodica molecolare di reazione a catena della polimerasi (Pcr), messa a punto in base alla sequenza genetica del virus Sars-cov-2. Con il “tampone” viene impiegato un po’ di muco (infetto se il Sars-cov-2 è presente), prelevato dal naso o dalla faringe e viene eseguita la Pcr, per accertare la presenza del virus nell’orofaringe.