Campania: Intervista al Dottor Paolo Ascierto. Tocilizumab funziona sul 70% dei pazienti affetti da Coronavirus

Attualità Intervista al Dottor Paolo Ascierto. Tocilizumab funziona sul 70% dei pazienti affetti da Coronavirus
  Condividi:  
223 08/04/2020

Importantissimo intervento in diretta sulla nostra emittente del Dottor Paolo Ascierto, oncologo, ricercatore e dirigente medico dell’Istituto Pascale di Napoli, noto a livello mondiale per il suo apporto nella ricerca sul Covid-19 e nella sperimentazione del farmaco Tocilizumab come cura per il virus.

Il dottore, innanzitutto, ha parlato dell’andamento della sperimentazione del Tocilizumab: “La sperimentazione è in corso, i dati arriveranno per fine Aprile o inizio Maggio. Le impressioni sui pazienti sono positive, il feeling è molto interessante, il farmaco funziona e su una percentuale come il 70% dei pazienti permetterebbe di non andare in terapia intensiva. Noi ci crediamo molto e andiamo avanti.”

Poi si è espresso anche sul vaccino per il Coronavirus, e i numeri attuali dell’infezione in Italia: “Il vaccino sarà la svolta nell’emergenza Covid-19, farà ovviamente in modo che tutti potremo immunizzarci. C’è la necessità di tempi tecnici, non lo avremo prima di un anno. Intanto pensiamo a mandare giù la circolazione del virus (…) L’anno prossimo di sicuro lo avremo, però non è domani, cerchiamo di abbassare il numero delle infezioni. Non possiamo restare fermi, riprenderemo ma bisogna fare attenzione, non dovremo far aprire nuovi focolai. In questo momento si parla di trend in discesa, ma comunque ci sono nuovi casi e in numero importante, anche se è la situazione è incoraggiante, il virus circola ancora e l’isolamento deve continuare perché così si può contenere l’infezione.”

Ascierto ha parlato anche di ipotetici tamponi a tappeto: “La cosa prioritaria è ridurre gli infetti, facciamo in modo di arrivare a pochi casi. In quel momento non sarà necessario fare tamponi a tappeto e ci sarà più facilità di accesso agli esami. Una volta contenuta l’infezione bisognerà fare attenzione nei contatti, e andare in giro con la mascherina non sarà sbagliato.”

E per concludere lancia un messaggio di positività e speranza ai cittadini cilentani ma non solo: “Ne verremo fuori sicuramente da questa emergenza, perché la ricerca si è mesa in moto e avremo il vaccino. Abbiamo anche le sperimentazioni dei farmaci. Restiamo a casa perché è lo strumento migliore, pian piano tornerà tutto come prima.”