Ads-Elysium-lunga

Agropoli: La risposta del Sindaco Coppola alle polemiche sul Covid Hospital

Attualità La risposta del Sindaco Coppola alle polemiche sul Covid Hospital
  Condividi:  
1191 19/04/2020

 

E’ polemica ad Agropoli per un ulteriore ritardo nell’apertura del Covid Hospital, a causa del reclutamento del personale e alla messa in opera di ulteriori lavori di miglioramento. C’è stato anche chi ha parlato di poteri politici a fermare l’apertura dell’Ospedale, ma in diretta su Cilento Channel, è arrivata la risposta del Sindaco Adamo Coppola che ha chiarito “Non è successo niente di particolare – spiega – siccome nel reclutare i medici necessari bisognava aspettare ancora una settimana, abbiamo pensato di installare una nuova pavimentazione nel reparto di terapia intensiva in quel lasso di tempo. L’Asl ha deciso di fare questo lavoro, implementando una pavimentazione nuova e di miglior qualità. Purtroppo C’è chi è rimasto a guardare il nostro operato e ora si vuole mettere al centro della scena politica per generare una confusione inutile.”

Coppola ha risposto anche alle critiche ricevute per i ritardi sull’apertura del presidio ospedaliero “Quando si eseguono lavori di emergenza non c’è mai una programmazione certa. La prima l’indicazione dell’Asl era quella di un utilizzo total Covid della struttura, togliendo il pronto soccorso, eliminando il reparto di medicina, puntando solo su un unico Covid-Hospital. Noi ci siamo opposti perché avendo ampi spazi abbiamo ritenuto necessario collocare il Covid da un lato della struttura, mentre dall’altro abbiamo l’esigenza di utilizzare altri reparti. Il progetto iniziale è cambiato in corso d’opera: i percorsi sono stati cambiati 2-3 volte, i reparti sono stati spostati da un’ala all’altra in base alle esigenze venute fuori. Chi non conosce questi retroscena ha voglia di fare polemica e mi dispiace molto, perché non è questo il tempo delle critiche.”

Il primo cittadino di Agropoli ha dato un’ulteriore spiegazione sul pavimento attuale presente in reparto, affermando che è omologato ma di vecchia generazione. Si tratta di un pavimento in ceramica che si può rompere e non permette una pulizia efficiente. Il nuovo intervento strutturale invece riguarda la sovrapposizione di un pavimento in linoleum su quello esistente. Poi si è rivolto a coloro che hanno strumentalizzato il ritardo dell’apertura affermando che chi dice che qualche politico non vuole far aprire il Covid-Hospital si sbaglia e sta dicendo una bugia assurda.