Agropoli: Lido Azzurro: il Tar respinge il ricorso di Scalzone contro lo stop all’attività di ristorazione e la demolizione dei locali

Attualità Lido Azzurro: il Tar respinge il ricorso di Scalzone contro lo stop all’attività di ristorazione e la demolizione dei locali
  Condividi:  
685 17/07/2020

 

E’ arrivata l’ennesima sentenza del TAR nella lunga vicenda fra Carlo Scalzone, titolare del Lido Azzurro, ed il Comune di Agropoli.

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, in questo caso, ha sentenziato riguardo il ricorso presentato da Scalzone per l’annullamento delle ordinanze del Comune, datate 2019, di sospensione dell’attività di ristorazione del Lido Azzurro e di demolizione di alcuni dei locali dello stabilimento, considerati abusivi.

Carlo Scalzone si è opposto a queste ordinanze, ma il TAR ha giudicato il suo ricorso infondato, vista l’acclarata abusività di 3 manufatti su 5 presenti nello stabilimento. Sulla vicenda era intervenuto anche il Consiglio di Stato, che aveva negato all’imprenditore la sospensione di una prima sentenza del TAR.

Il TAR quindi, si è pronunciato definitivamente sul ricorso, e condannato Scalzone al pagamento delle spese processuali in favore del Comune di Agropoli.

Quest’estate, la storica pizzeria del Lido Azzurro, risalente e attiva dagli anni ‘70, non aprirà.