Agropoli: L’opera “epocale” del Cineteatro De Filippo completamente abbandonata all’incuria e al degrado.

Attualità L’opera “epocale” del Cineteatro De Filippo completamente abbandonata all’incuria e al degrado.
  Condividi:  
443 27/10/2022

Versa in condizioni di degrado l’esterno del Cineteatro Eduardo De Filippo di Agropoli. Le segnalazioni di residenti e cittadini sono state diverse negli ultimi tempi anche con dei video condivisi su Facebook che mostrano l’effettivo stato dei luoghi.

C’è scarsa manutenzione: le ringhiere della scala antincendio che si trova sul retro della struttura è completamente arruginita, la rete che copriva una delle finestre che si trovano sotto la scala  è stata tagliata e dentro ora si trovano diversi rifiuti, pezzi di marmo rotti e lasciati a terra, immondizia, vetri di bottiglie rotti  all’ingresso della porta di entrata degli artisti, erba alta. Quello che però fa più indignare i cittadini sono le scritte e i disegni che sono stati effettuati sulla facciata posteriore esterna al palcoscenico. L’ultimo video realizzato e pubblicato su Facebook dove si vede lo stato attuale in cui versa la struttura, lo ha girato l’attore agropolese Umberto Anaclerico.  Una situazione messa in risalto più volte, ma che purtroppo, molto probabilmente, non è nelle priorità dell’amministrazione comunale. Nel mese di novembre si aprirà la nuova stagione teatrale e lo scenario esterno al Cineteatro e tutt’altro che accogliente.

Il cineteatro venne inaugurato nel  2014 dopo 30anni dalla chiusura dell’ultimo cinema in città ( Maxim)  e la sua realizzazione è costata  alla città  oltre 3 milioni di euro  interamente finanziati con fondi del bilancio comunale. Un’opera epocale attesa da decenni, così la definiva l”ex  sindaco Franco Alfieri, una struttura fondamentale per la promozione della cultura . Purtroppo però quello che dovrebbe rappresentare il fiore all’occhiello dell’intero territorio cilentano, oggi manca di una manutenzione seria e rigorosa. L’esterno di un Cineteatro così importante, che porta il nome e il viso  di uno dei più grandi attori teatrali del panorama culturale  mondiale, è offeso quotidianamente dalla noncuranza, da atti vandalici che restano impuniti, dalla mancata installazione di videocamere  di sorveglianza che potrebbero essere un deterrente contro gli incivili e soprattutto è mortificato dalla scarsa attenzione che meriterebbe.

 

L’unico “Tempio” della cultura, dopo trent’anni di attesa, per vivere l’arte e soprattutto per far crescere un intero territorio meriterebbe più CURA e ATTENZIONE  dalle autorità preposte.

 

Questi sono solo alcuni scatti di quella che è la realtà sotto gli occhi di tutti.

 

 

Qui di seguito il video denuncia di Umberto Anaclerico

https://www.facebook.com/1525724512/videos/441389088126452/