Agropoli: Mario Pesca accusa: “Nessun rappresentante del popolo all’incontro con De Luca all’Ospedale”

Attualità Mario Pesca accusa: “Nessun rappresentante del popolo all’incontro con De Luca all’Ospedale”
  Condividi:  
668 10/06/2020

Dure critiche del consigliere d’opposizione del Comune di Agropoli Mario Pesca rivolte all’operato del Sindaco Coppola. Le accuse del pentastellato sono orientate sugli argomenti Ospedale e sul protocollo d’intesa firmato con Capaccio Paestum e Castellabate, la mancata collaborazione del primo cittadino con i consiglieri il punto discordante.

Qualche giorno fa è venuto il presidente della Regione Campania ed è indescrivibile che non ci siano stati rappresentanti del popolo invitati all’incontro con il Governatore per quanto riguarda l’Ospedale – afferma Pesca – per me è stata una cosa gravissima. Anche se siamo consiglieri di minoranza o di maggioranza dobbiamo essere invitati alle manifestazioni politiche. Adamo Coppola doveva spiegarci come si doveva svolgere quella determinata giornata, anche per l’accordo tra Agropoli,Capaccio e Castellabate. Speriamo si organizzi un consiglio comunale per fare un accordo e per organizzare i seguenti programmi da svolgere. Per quanto rigurarda i vari accordi io sono molto favorevole, abbiamo tutti le stesse idee. La problematica vera è quella relativa a far si che questi accordi siano portati all’interno del consiglio comunale. “.

Il consigliere si mostra incerto anche riguardo l’accordo tra i tre comuni cilentani:
“Io non ho ancora capito il patto concreto su cosa è basato, dovrò percepirlo sicuramente in consiglio comunale. Contesto il metodo in cui è stato effettuato perchè non solo non hanno coinvolto noi consiglieri di opposizione, ma neanche quelli di maggioranza. Io credo che le proposte devono essere valorizzate, perchè gli elettori ci hanno onorato con il loro voto. Questo è il tipo di opposizione che ho condiviso” conclude Mario Pesca.