Agropoli: Non si fermano i furti a Trentova: l’appello del turista derubato

Attualità Non si fermano i furti a Trentova: l’appello del turista derubato
  Condividi:  
429 04/08/2020

 

Trentova è da sempre una delle zone più apprezzate di Agropoli, ma lo stesso non si può dire riguardo la sua sicurezza e i controlli presenti in zona, inesistenti.

La piaga dei furti nella Baia continua da anni, e anche quest’anno non sono mancati. Già dalle scorse settimane ne sono stati registrati vari, e l’ultimo caso, datato 31 Luglio, è stato denunciato dal turista che ha subito il furto di beni per lui particolarmente preziosi.

Via Fontana dei Monaci è il tratto di strada incriminato, dove il turista aveva parcheggiato la sua auto, che di ritorno dalla spiaggia nel tardo pomeriggio è stata ritrovata scassinata. All’interno mancavano un computer, due zaini, uno dei quali contenenti documenti di lavoro, appunti e libri, un tablet e altra apparecchiatura elettronica.

Il turista si è appellato a tutta la cittadinanza per ritrovare ciò che gli è stato sottratto: “Devo assolutamente ritrovare il computer e il tablet con i file all’interno, ed anche i libri che avevo in borsa. Sono disposto anche a pagare, perché i file e gli appunti sono frutto di anni di lavoro”.

Purtroppo ogni anno ci si ritrova a rimarcare la scarsa sicurezza della zona, che nonostante la sua bellezza, non è propriamente controllata, al fine di salvaguardare cittadini e turisti da vicende simili. La Baia di Trentova, ad ora, ha bisogno di controlli mirati per fermare questi episodi criminali, e serve un serio intervento a riguardo.