Agropoli: Ospedale Civile, Coppola: “Nel tempo avremo i risultati, reparto Covid non può aprire per un solo caso positivo”

Attualità Ospedale Civile, Coppola: “Nel tempo avremo i risultati, reparto Covid non può aprire per un solo caso positivo”
  Condividi:  
1499 28/07/2020

 

Il Sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, è intervenuto nella giornata di ieri in diretta su Cilento Channel, ed ha parlato anche riguardo le problematiche e le polemiche che vedono come protagonista l’Ospedale Civile.

“Ho sentito parlare dei disservizi che ci sono stati, qualcosa non ha funzionato bene – dichiara Coppola – ma stiamo parlando di un ospedale riaperto da pochissimo. Però sono contento, perché abbiamo due posti di terapia intensiva ordinaria, e si potranno così ricevere anche i codici gialli. Non si può avere tutto e subito, bisogna avere pazienza. Sono già stato in ospedale per lamentarmi, ma in termini d’immagine la struttura non deve essere distrutta. Non è tutto nero come sembra, nel tempo avremo i risultati”.

Coppola, interrogato anche riguardo la gestione del Covid Hospital proprio in questa situazione di nuovi contagi in città e nel Cilento, ha parlato di aperture a step:

“E’ evidente che l’Asl ha organizzato le aperture dei Covid Hospital per step. Ci sono due strutture operative, quella di Scafati e l’Ospedale del Mare, e se ci sono 15-20 casi gravi nella provincia non ha senso averne uno per ospedale, si ottimizza concentrando i pazienti in un’unica struttura. Se nel Cilento dovessero aumentare i casi – afferma il Sindaco – ha senso aprire ad Agropoli, ma con un solo caso non è ipotizzabile per l’Asl. Il reparto a Vallo è chiuso per non avere contagi interni e confusione, è Agropoli a dover essere impegnato in questo. Dovesse capitare un aumento dei malati, l’Asl mi ha rassicurato sull’apertura. Anche io avrei preferito che il ragazzo contagiato sarebbe rimasto ad Agropoli, però si devono fare i conti con i numeri” conclude il primo cittadino.