Ads VIlla Franca Liungo

Agropoli: Ospedale di Agropoli, Alfieri: “Non esiste una risposta negativa per l’apertura dell’Ospedale agropolese”.

Attualità Ospedale di Agropoli, Alfieri: “Non esiste una risposta negativa per l’apertura dell’Ospedale agropolese”.
  Condividi:  
1116 15/05/2020

A ritornare sulla mancate risposte per quanto riguarda il rientro nella rete dell’emergenza del presidio ospedaliero agropolese è il Sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri in diretta su Cilento Channel nella serata di ieri.

Alfieri ha risposto anche a tutte le critiche ricevute, garantendo la certa apertura del presidio. L’ex primo cittadino agropolese, infatti, il prossimo lunedì ha in programma un incontro con il D.G. dell’Asl Salerno, Mario Iervolino, in cui si avranno importanti risposte sul futuro dell’Ospedale civile.

Quando l’ospedale di Agropoli era escluso dai centri Covid-19, noi abbiamo fatto un’immensa battaglia per entrare nella rete. All’ospedale manca solo il personale, e ce la faremo ad averlo. Non si apre ancora solo per il motivo che per fortuna non ci sono contagi. La cosa positiva è che ad oggi c’è anche la rianimazione che non è aperta, ma che servirà alle tre sale operatorie che sono state da poco attrezzate e che saranno aperte, e servirà anche per i 10 posti di oncologia. Alle prossime elezioni l’argomento ospedale non potrà essere utilizzato da nessuno perché la risposta ci sarà e noi la rivendicheremo con forza. Io ho pagato per la questione dell’ospedale anche non avendo nessuna responsabilità. Nel 2018 ho fatto una battaglia alla Camera dei Deputati, dove purtroppo non sono stato eletto. Ribadisco che Agropoli è nella programmazione ospedaliera dell’Asl, è stato speso più di un milione d’euro. De Luca che non nomina il nostro ospedale non mi preoccupa”.

Alfieri prosegue: “Oggi sono sindaco di Capaccio-Paestum, ma il mio ospedale è quello di Agropoli, quindi come tutti voglio che l’ospedale del mio territorio sia efficiente”. In conclusione, il Sindaco ricorda con amarezza quando pochi si presentarono a lottare con lui per l’Ospedale: “Quella era l’occasione per stare uniti e per far vedere la voglia di lottare della città per questo diritto. Oggi però l’ospedale è pronto, e abbiamo fatto grandi passi in avanti. Alcuni commenti possono pregiudicare tutto il lavoro che abbiamo fatto per anni, è questione soltanto di tempi, le attrezzature sono nella struttura. Manca solo qualche medico. Quindi – conclude Alfieri – non esiste una risposta negativa per l’apertura dell’Ospedale di Agropoli”.