Agropoli: Personale del PO agropolese allo stremo. La FIALS Salerno ricorre ai NAS  

Attualità Personale del PO agropolese allo stremo. La FIALS Salerno ricorre ai NAS  
  Condividi:  
387 12/05/2022
Cilento Channel in Regione Campania sul canale 180 dal 1° luglio 2022

 

 La FIALS SALERNO ricorre ai Carabinieri del Nas per la situazione esplosiva che da mesi viene denunciata e puntualmente rappresentata, gli operatori sono allo stremo delle forze, nel P.O. di Agropoli nelle U.O. di Terapia Intensiva e Malattie Infettive, persistono carichi di lavoro insostenibili che mettono a rischio la salute dei degenti, dei cittadini e Lavoratori, carenza di personale e turni insostenibili, rendono invivibile l’ambiente di lavorativo con una ricaduta importante sulle prestazioni clinico/assistenziali a favore dei cittadini, tale situazione come definito dalla legge, espone i cittadini al rischio del cd. errori/casi di malasanità e gli operatori intercorrere in reati di tipo penale (320 c.p. – 590 e 591 c.p.).

Preme sottolineare che questa O.S. Fials ha più volte segnalato tali criticità alle Direzioni competenti senza ricevere alcuna risposta, inoltre, è stato attivato lo stato di agitazione con la Prefettura di Salerno senza alcun riscontro di quanto dichiarato nel Verbale sottoscritto.

Lo scenario che rappresentiamo è altamente preoccupante da cui deriva una enorme difficoltà nella copertura dei turni di servizio che, incide negativamente sul rendimento ottimale delle prestazione erogate dal personale succitato, senza tralasciare il fatto che, allo stato attuale, si rischia la severa compromissione della programmazione dei congrui periodi di riposo, in quanto per garantire i LEA vengono sistematicamente saltati i riposi, rendendo quasi improbabile la possibilità di usufruire di istituti contrattuali quali permessi e ferie oltre a permettere la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Assolutamente impossibile garantire e rispettare la 161/2014.