Agropoli: Progetto Spiagge libere per la città di Agropoli, Coppola: “Ci sarà il limite di 4 persone per ombrellone”

Attualità Progetto Spiagge libere per la città di Agropoli, Coppola: “Ci sarà il limite di 4 persone per ombrellone”
  Condividi:  
3016 15/05/2020

Appuntamento serale con il Sindaco di Agropoli Adamo Coppola, che ieri ha fornito vari aggiornamenti su questioni di cui si discute in città e su iniziative che verranno effettuate.

Il Sindaco ha parlato delle spiagge libere, questione su cui molti cittadini si stanno facendo delle domande, chiarendo in modo generale come saranno composte e come funzioneranno:

Il nostro protocollo di accesso in sicurezza nelle spiagge libere lo presenterò oggi al tavolo politico – dichiara Coppola – ci sono delibere già pronte per l’immediato. Dobbiamo garantire a tutti l’accesso. Dopo le valutazioni, le presenteremo. Disegneremo sull’arenile dove poter montare l’ombrellone, che dovrà essere prenotato sul sito del Comune. Il personale attenderà a mare per verificare la febbre e accompagnerà all’ombrellone, oltre il bagnino ci sarà anche chi controlla la sicurezza sulla spiaggia. Nel nostro progetto c’è il limite di 4 persone per ombrellone, ma attendiamo le misure certe del Governo e della Regione”.

Novità anche per il Commissariato di Polizia, il quale sarà una struttura nuova. Adamo Coppola ha trattato anche il costo e le tempistiche:

L’idea della scuola è stata respinta dalla Questura perché c’erano problemi di grandezza, hanno richiesto 1000mq. I tecnici del Ministero parlavano di poter demolire pezzi di scuola per costruire un piano, ma a questo punto abbiamo deciso di cominciare da capo, ci siamo già intesi su 2-3 location per attuare il Commissariato. Ci vorranno circa 1,5 milioni di euro per realizzarlo – afferma il Sindaco – ma lo facciamo per garantire la sicurezza della città. I lavori inizieranno entro fine anno”.

Anche le attività mercatali ripartiranno ad Agropoli da Lunedì 18 Maggio:

Da lunedì 18 riaprirà il mercatino della frutta e quello in Via Libertà, stiamo ragionando anche per quello del giovedì. Per quello della frutta sarà più facile riorganizzare i posti e i percorsi, una volta ridistribuiti i posti sarà operativo, e – conclude il Primo cittadino – aiuterà anche a calmierare i prezzi aumentati per frutta e verdura. Stiamo definendo un protocollo concreto per il mercato del giovedì”.