Ads VIlla Franca Liungo

Agropoli: Proposte per Fase 2 Agropoli dei Cittadini 5 Stelle Agropoli

Attualità Proposte per Fase 2 Agropoli dei Cittadini 5 Stelle Agropoli
  Condividi:  
779 05/05/2020
Il gruppo di Cittadinanza attiva “Cittadini 5 Stelle Agropoli” ha fatto pervenire all’amministrazione cittadina la propria strutturata proposta per affrontare consapevolmente la nuova fase della lotta al Covid-19, soprattutto per ciò che concerne le relazioni sociali e lavorative.
Valutata attentamente la situazione dell’avvenuto controllo della pandemia nel proprio territorio, il gruppo ha formulato numerose concrete proposte (nel rispetto delle vigenti norme), utili a trovare un equilibrio tra salvaguardia della salute e sicurezza dei cittadini, alla ripresa del commercio e delle attivita legate al turismo (che rimane la prima voce, per importanza, dell’economia territoriale), ma anche e soprattutto mirate a rendere godibili e sicure le bellezze naturali e storiche del territorio. In questo frangente la ripresa delle attività di socializzazione e di fruizione del bene comune deve divenire una priorità assoluta per cittadini e ospiti occasionali, con particolare attenzione ai servizi di accoglienza ed ospitalità ed alle modalità di fruizione delle spiagge del nostro meraviglioso mare (nel caso le regole di distanziamento sociale rimangano invariate durante la stagione estiva).
Si auspica che l’amministrazione tutta apprezzi la nostra volontà di contribuire concretamente alla pianificazione di una strategia di questione del territorio, utile principalmente alla cittadinanza locale, ma anche ad un possibile scenario turistico in tempo di Covid-19, e che il tavolo tecnico istituito, prendendo atto delle proposte avanzate, si attivi per inglobare tale visione progettuale al proprio disegno di intervento.
Le proposte avanzate, applicabili in uno scenario di convivenza con il Covid-19, ma anche di auspicabile allentamento delle misure restrittive oggi imposte, sono visionabili sulla pagina Facebook “Cittadini 5 Stelle Agropoli” e sulla stessa pagina terremo informati ed aggiornati in tempo reale sugli sviluppi della situazione tutti i cittadini.

PROPOSTE FASE 2 – EMERGENZA COVID-19 – AGROPOLI

Il documento ha come fine quello di avanzare proposte utili alla ripresa della vita sociale ed economica della cittadinanza nel rispetto delle normative nazionali e delle ordinanze regionali.

1. PRINCIPI

Le proposte avanzate hanno alla base la salvaguardia di tre principi base: Salute e Sicurezza dei cittadini, Diritti sociali e libertà personali, Sviluppo economico e rilancio attività locali

2. SCENARIO

Una proposta utile che sappia avere effetto sulla realtà locale deve avere come presupposto un’analisi degli scenari che riguardano la fasi successive dell’emergenza Covid-19:

Ogni azione organizzata dovrà essere in grado di essere variata in base alle modifiche, anche repentine, dello scenario sia in caso di allentamento delle misure restrittive sia di un eventuale ritorno ad una fase più prudente.

3. PROPOSTE DI PARTECIPAZIONE CIVICA

Al centro delle proposte avanzate vi è il cittadino con i suoi diritti civili e sociali, in quanto ogni azione messa in campo avrà come presupposto inderogabile la presa di responsabilità di ogni singolo componente della nostra comunità che deve sentirsi attore principale di ogni scelta e azione organizzata. Per questo una delle principali priorità è organizzare un sistema democratico e trasparenze di partecipazione civica di ogni cittadino:

  • Sistema di segnalazione: Implementazione di un sistema di comunicazione digitale istituzionale (email, whatsapp, etc.) per l’invio di comunicazioni, segnalazioni o proposte dedicate all’emergenza Covid da parte dei cittadini durante l’evolversi della situazione.

  • Commissione speciale Covid19: Realizzazione di una commissione speciale composta dai rappresentati dei comitati civici e di categorie, oltre che di altri rappresentanti delle realtà locali, che avranno il compito di monitorare lo sviluppo delle varie situazioni, recepire istanze dal basso e avanzare proposte all’amministrazione.

4. PROPOSTE PER LA SOCIALITÀ’ E IL COMMERCIO

Per rispondere tempestivamente alla crisi economica che sta coinvolgendo gran parte del settore commerciale locale si propongono una serie di misure:

  • Mercato locale digitale: Piattaforma pubblica di e-commerce con supporto burocratico alle vendite a domicilio da parte dei commercianti locali.

  • Parcheggio con disco-orario: Riconversione del 50% dei posti auto a pagamento (strisce blu) in parcheggi con disco-orario per favorire una più frequente disponibilità di posti auto liberi nelle aree prevalentemente commerciali.

  • Vendita all’aperto: Dare la possibilità alle attività commerciali di poter occupare una parte antistante del proprio locale commerciale (max 3mt d’ingombro fronte locale) per favorire la vendita dei prodotti anche all’esterno.

  • Attività all’aria aperta: Per quanto concerne le palestre, le compagnie di teatro e altre attività affini, si dovrebbe concedere l’occupazione gratuita degli adeguati spazi all’aperto (ad esempio il Parco Pubblico, il giardino della Fornace, Area esterna al Centro visite Tresino) per lo svolgimento delle attività.

  • Dehors: Sospensione dell’imposta di occupazione del suolo pubblico per dehors da parte delle attività di somministrazione di cibi e bevande (che sono in regola con l’attuale regolamento comunale dedicato ai dehors). Inoltre si dovrebbe permettere (e/o incentivare) l’uso di aree dehors condivise tra attività limitrofe e che svolgono attività in orari diversificati (ovvero due attività che hanno orari di apertura alternati, uno la mattina e uno la sera, possono organizzarsi condividendo le aree di dehors).

  • Pulizia e igienizzazione: Programma periodico di sanificazione delle strade cittadine e installazione di colonnine pubbliche di gel igienizzante per le mani nei luoghi più frequentati della città (ad esempio in Piazza Vittorio Veneto, Lungomare San Marco, etc.)

  • Fondo di garanzia per l’adeguamento delle attività: In virtù dell’osservanza degli adeguamenti delle attività commerciali alle regole sanitarie imposte, si richiede l’istituzione di un fondo di garanzia comunale utile a essere di garanzia per la richiesta di microcrediti alle attività commerciali al sistema bancario.

  • DriveIn per cinema e teatro: Concessione semplificata di attività di drive-in (ovvero di locali pubblici dove si può ricevere il servizio rimanendo in auto). Ad esempio l’area mercatale o il parcheggio del Cineteatro possono essere utilizzate per svolgere in modalità drive-in proiezioni cinematografiche o spettacoli teatrali o musicali.

  • Imposta dei rifiuti: Rimodulazione, anche limitata nel tempo, del contratto con la Sarim per la raccolta dei rifiuti, per garantire un minore aggravio sul pagamento della TARI comunale a tutti i cittadini coinvolti dalla crisi economica.

  • Mercato ortofrutta di Piazza Merola: Organizzare la riapertura del mercato dell’ortofrutta con un sistema un unico ingresso controllato e una gestione del flusso delle persone che rispetta le regole di distanziamento (ad esempio con due corsie).

5. PROPOSTE PER L’ESTATE E IL TURISMO

Di seguito vengono elencate una serie di proposte utili a gestire la prossima stagione estiva e i flussi turistici in una fase dove, probabilmente, rimarranno vigenti le norme di restrizione personale. Ci auguriamo che nel frattempo le misure di distanziamento vengano abrogate, ma la città si deve organizzare per arrivare pronta a qualsiasi variazione dello scenario:

  • Gestione Posidonia: Va organizzata una gestione razionale del fenomeno della Posidonia con la rimozione anche degli accumuli antropici per incrementare la disponibilità delle spiagge pubbliche.

  • Soggiorni turistici regolari: Controlli e sanzioni a tutti i fitti a uso turistico irregolari. Monitoraggio costante di chi viene e soggiorna in Città con un sistema di segnalazione efficace e anonimo che miri al rispetto delle regole.

  • Gestione Spiagge: Il mare e la spiaggia devono essere un bene pubblico il cui godimento va garantito a tutti. Per andare incontro alle regole di distanziamento sociale ed evitare al massimo gli assembramenti di persone sulle spiagge durante il periodo estivo, va creato un sistema sperimentale per l’utilizzo delle spiagge libere:

    • Le spiagge libere devono essere attrezzate con dei paletti numerati con opportuno distanziamento per supporto agli ombrelloni; la discesa in spiaggia sarà consentita fino ad esaurimento postazioni e, possibilmente, previa prenotazione mattutina o pomeridiana per quanto attiene gli arenili con superficie limitata. Tale sistema può essere diverso per spiagge che abbiamo, per peculiare caratteristica, meno spazio per le persone (ad esempio Baia di Trentova o Spiaggia di San Francesco) ipotizzando un sistema di prenotazione-rotazione in base al nucleo familiare.

    • Per ogni spiaggia i varchi d’accesso vanno limitati (ad 1 solo o massimo 2) con controllo all’ingresso c/o documento d’identità.

    • Va organizzata una vigilanza sulla spiaggia per quanto concerne l’osservanza del distanziamento ed il divieto di assembramenti (anche con l’ausilio dei percettori del RdC).

    • Alle spiagge attualmente attrezzate durante la stagione estiva vanno aggiunti altri tratti di costa della Città che possano rientrare nel piano dedicato alle spiagge libere, in modo da decongestionare i tratti di costa solitamente più frequentati; ad esempio considerando tutta la costa di Punta Tresino fino a Cala Pastena. Tali tratti di costa vanno organizzati con postazione bagnino e devono rientrare nel piano di pulizia quotidiana delle spiagge cittadine.

    • I Lidi privati dovranno organizzare la somministrazione di cibi e bevande direttamente sotto l’ombrellone che dovrà essere attrezzato con un cestino dei rifiuti dedicato.

  • Card Viva Agropoli: Realizzazione della “Card Viva Agropoli” che servirà, oltre a monitorare ulteriormente tutte le persone che soggiornano (e che vengono anche per una sola giornata) ad Agropoli, di promuovere le attività da svolgere in Città e dintorni. La Card che potrebbe funzionare anche in digitale tramite un’app per smartphone, deve garantire a tutte le persone  l’accesso gratuito ai luoghi culturali (Castello, Museo civico, etc.), alle spiagge libere e promuovere altre attività turistiche oltre alla balneazione (escursioni, sport all’aria aperta, degustazioni prodotti, etc.). L’ideale sarebbe che il tutto fosse gestito attraverso un sito e/o un’applicazione dedicata che fornisca più informazioni utili sia ai residenti che ai turisti.

  • Presidi locali di controllo e sicurezza: necessità di presidi di ordine pubblico permanenti in alcuni punti nevralgici della città (Piazza della Repubblica, via San Marco e via Pio X) per un controllo continuo dell’osservanza da parte dei cittadini e dei turisti delle misure sanitarie vigenti; in particolare: l’obbligo di indossare la mascherina e osservare il giusto distanziamento tra le persone.

  • Scarica qui il documento: https://drive.google.com/file/d/1ELYfYMgYcboQKGRc4bJkVW5lZxoKSRGg/view?usp=sharing