Ads-Bcc-Comunicilentani-lunga

Rubrica nutrizione e Benessere: Settembre : corretta alimentazione per il rientro

Attualità Settembre : corretta alimentazione per il rientro
  Condividi:  
202 04/09/2020

 

Oggi riprende, dopo la pausa estiva, il nostro appuntamento settimanale con la rubrica “Nutrizione e Benessere”. Come primo argomento di quest’anno, da dove ripartire se non dalla fine delle vacanze estive e la ripresa degli impegni scolastici? Infatti, sebbene i dubbi e le incognite legate alla pandemia Covid-19 siano ancora tanti, settembre è il mese del ritorno sui banchi per gli alunni (quest’anno dopo una pausa più lunga del solito) e del ritorno a lavoro per la maggior parte degli italiani. A seguito del lockdown, la voglia di ferie e di spensieratezza è stata ancora più grande del solito, anche a livello alimentare, lasciando, spesso, come triste ricordo, qualche chilo di troppo, frutto dei vizi alimentari da ombrellone. Durante le vacanze, infatti, è più facile concedersi qualche “sgarro” e lasciarsi andare ai peccati di gola, mangiando più volte fuori casa. Il ritorno alle abitudini quotidiane, invece, è già di per sé una fonte di stress e di malumore dopo il periodo sereno delle vacanze e per affrontarlo al meglio è opportuno ritornare a una dieta sana, depurativa, che permetta di affrontare l’autunno e di rientrare nel proprio peso forma. Infatti, in media, nel periodo estivo, si calcola che si possano acquistare tra i due e i cinque chili. Come comportarsi in questi casi? Senza dubbio è d’obbligo ritornare a un’alimentazione sana ed equilibrata da abbinare al giusto esercizio fisico e ad una corretta idratazione. Innanzitutto è bene consultare uno specialista prima di mettersi a dieta per avere le giuste linee guida da seguire ed evitare diete drastiche lette sui giornali o saltare i pasti. Fondamentale è ripartire i pasti durante la giornata in colazione, pranzo, cena a cui si possono aggiungere due spuntini, uno a metà mattina e l’altro a metà pomeriggio. Una dieta equilibrata non deve prevedere nessuna esclusione ma anzi deve contenere tutti gli alimenti nelle giuste porzioni e con i condimenti sotto controllo. Via libera, dunque, a cereali e derivati, soprattutto integrali, frutta e verdura, legumi, pesce, carni soprattutto bianche e no a insaccati e salumi, limitando al massimo, invece, zuccheri semplici, dolci e grassi animali. Per gli spuntini, yogurt o frutta ma anche tisane depurative (betulla, tarassaco, ortica, carciofo) o tè verde, limitando caffè, alcolici e bevande gassate per aumentare l’effetto depurativo e sgonfiante. Possono essere utili dei probiotici per il corretto funzionamento della flora intestinale che potrebbe essere compromessa dal caldo eccessivo e dalle scorrette abitudini alimentari estive. Settembre è anche sinonimo di rientro a scuola, che per molti bambini e ragazzi può comportare una vera e propria “sindrome da rientro”, con ansia, nervosismo, disturbi del sonno, etc… Per partire con il piede giusto ed affrontare con la giusta energia tutti gli impegni scolastici ed extrascolastici, è bene curare innanzitutto l’alimentazione, stabilendo e rispettando alcune regole basilari. Fondamentale riabituarsi ai ritmi scolastici, riadattando con gradualità il proprio ritmo sonno-veglia alle nuove necessità, concedendosi le giuste ore di sonno ma anche stabilendo degli orari più o meno precisi per i pasti. La colazione è importantissima per evitare cali di concentrazione e massimizzare l’apprendimento: una tazza di latte, ricco di calcio per la crescita delle ossa, da accompagnare con una fetta di pane e marmellata o miele, per avere energia durante tutta la mattinata; a pranzo, un primo piatto di carboidrati e un secondo di proteine ad elevato valore biologico oppure un piatto unico di pasta o riso con legumi o verdure; a cena un secondo piatto con un contorno di verdure, pane, senza mai dimenticare la frutta. Anche in questo caso, si possono fare degli spuntini di frutta, yogurt o anche un piccolo panino ma, per non privare del tutto i bambini di un qualcosa di sfizioso e gratificare il palato, anche, ogni tanto, senza eccedere, un gelato o un prodotto da forno artigianale. In questo senso, moltissimi sono gli alimenti cosiddetti “antistress”, ovvero ricchi di triptofano, precursore della serotonina, l’ormone della serenità, che possono aiutare ad alleviare i disturbi da rientro, come, ad esempio, il pollo, cereali integrali, legumi, frutta secca, banane e il cioccolato fondente, ricco di endorfine. Ovviamente, questi sono solo consigli generali che necessitano di essere personalizzati in base alle singole caratteristiche di ognuno. Buon rientro a tutti!