Agropoli: Slitta a maggio la riconversione del Covid-Hospital

Attualità Slitta a maggio la riconversione del Covid-Hospital
  Condividi:  
3142 18/04/2020

Sono trascorsi 20 giorni dall’annuncio del primo cittadino Adamo Coppola sulla riconversione del P.O. di Agropoli in Covid-Hospital, ma purtroppo ad oggi si registrano nuovi ritardi perchè bisogna ripavimentare il reparto di terapia intensiva. Nel reparto ex Utic è presente un pavimento per metà in Linoleum e per metà in Grès Ceramico installato come da normativa vigente, ma pare che si voglia coprire il Grès Ceramico installando ulteriore Linoleum. Sembra essere questo il cavillo che di fatto farà slittare probabilmente a maggio la riapertura del P.O. di Agropoli. La riconversione della struttura in Ospedale-Covid come suggerito da una circolare del Ministero della Salute alle Regioni, non detta nessuna altra norma in materia di autorizzazione, se non quelle vigenti. La problematica è saltata fuori dopo il sopralluogo del 16 aprile da parte del sindaco Adamo Coppola, del sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri, dell’assessore agropolese Rosa Lampasona, del dott. Fernando Chiumento, del direttore del P.O. di Vallo della Lucania Adriano De Vita all’interno dell’area Covid. Resta da capire attraverso il direttore dei lavori l’Architetto Maurizio Pilerci, anch’egli presente nel sopralluogo, quali saranno i tempi effettivi per la riapertura e se ci saranno altri impedimenti strutturali.