Montecorice: Tarallo: “Ristoratori e comparto turistico vivono nell’incertezza”

Attualità Tarallo: “Ristoratori e comparto turistico vivono nell’incertezza”
  Condividi:  
167 25/04/2020

 

Pasquale Tarallo, vicesindaco di Montecorice, ma anche imprenditore e ristoratore, è intervenuto in diretta su Cilento Channel per parlare delle riaperture del 27 Aprile, e anche della situazione nel comune cilentano.

Tarallo, sulle disposizioni della Regione date alle attività del settore della ristorazione per la riapertura, ha confermato le perplessità che ci sono a riguardo:

La situazione è complicata e l’aria è tesa, i ristoratori e il comparto turistico vivono nell’incertezza, non sappiamo cosa ci aspetta. E c’è un grande punto interrogativo sul futuro. Mi sto confrontando con tutti i miei colleghi, a noi non ci coinvolge quasi per niente. Facendo conti sulle spese e i possibili guadagni, qua penso che non riaprirà nessuno. Bisogna capire che può valere per chi lavorava già con la consegna a domicilio, mi chiedo dopo il 18 Maggio cosa sarà possibile fare. Qualcosa lo stato ci deve garantire – sottolinea Tarallo – non si può far fallire un intero settore. I miei colleghi che hanno protestato, vogliono essere messi in grado di lavorare.
Capisco il momento, ma non si può chiedere degli sforzi oggi a chi è chiuso da due mesi e non aiutarlo.”

Il vicesindaco di Montecorice, fa delle considerazioni anche sul pensiero attuale dei proprietari degli stabilimenti balneari: “Noi stiamo aspettando le decisioni di governo e regione, la fruizione della spiaggia è un altro punto interrogativo. Sto avendo una discussione con tutti i gestori e sono molto preoccupati per le responsabilità che ci si dovrà prendere. E’ difficile pensare che possa capitare qualcosa di legato al contagio nella propria struttura, non si può lavorare così. Bisogna dare certezze agli imprenditori che hanno investito” conclude Tarallo.

In chiusura, Pasquale Tarallo fa un bilancio per il comune di Montecorice, parlando anche di questo week-end festivo: “Ci atterremo all’ordinanza regionale, siamo fiduciosi che anche questa festività verrà trascorsa a casa. Faremo i nostri posti di blocco – dichiara Tarallo – ci aspettiamo da qui al Primo Maggio un periodo sereno. Oggi sono stati effettuati i tamponi sui familiari del nostro concittadino farmacista risultato positivo, stanno tutti bene, e dopo il tampone negativo sulla compagna siamo fiduciosi anche per i familiari”