Cilento: Vaccini salva-turismo, Pellegrino (IV): “Cilento è risorsa strategica, rientri tra priorità immunizzazione”

Attualità Vaccini salva-turismo, Pellegrino (IV): “Cilento è risorsa strategica, rientri tra priorità immunizzazione”
  Condividi:  
212 08/04/2021

 “Il Cilento può rientrare a pieno titolo nelle strategie per la ripartenza del turismo della regione Campania anche inserendolo tra le priorità del progetto di immunizzazione dei luoghi turistici.  Ho molto apprezzato la volontà espressa dalla Regione Campania e dal Presidente, Vincenzo de Luca, di procedere alla campagna vaccinale nelle isole del golfo di Napoli, con l’intento, ovviamente condivisibile, di rilanciare il settore turistico e sostenere chi ha pagato probabilmente il conto più salato dell’emergenza Covid. Sono convinto che la richiesta di allargarne la portata anche alla nostra realtà risulti strategica nel grande progetto di rilancio dell’economia turistica in Campania. Siamo l’unico Parco italiano ad entrare nella top ten europea delle Aree Protette stilata da Tripadvisor, con ben 4 riconoscimenti Unesco e con il mare considerato tra i più belli d’Italia, che vanta aree interne particolarmente suggestive. Un modello in termini di sviluppo sostenibile vista la capacità di creare economia e occupazione puntando sul turismo, sulla cultura e sulla valorizzazione dei prodotti agroalimentari. Una realtà di particolare rilevanza nel settore turistico della nostra Regione che ha visto realizzati numerosi investimenti da parte di chi ha creduto nelle straordinarie potenzialità di questo territorio che in termini di Ambiente, paesaggio, cultura, arte, tradizioni non ha nulla da invidiare a nessuno e che ogni anno continua ad affascinare e ad attrarre migliaia di visitatori”.  Queste le parole di Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e Capogruppo di Italia Viva in Consiglio Regionale, al termine dell’incontro con i sindaci del Cilento svoltosi a Camerota alla presenza dell’Assessore regionale al Turismo, Felice Casucci.