Ungheria, l’atleta cilentano Giuseppe Filpi vince la medaglia d’argento alle olimpiadi giovanili

 

20248252_1509473069074479_6693628878886305595_o20264691_1509456115742841_9176831518319409645_n20287019_1509473082407811_7356163623634164922_o20428482_1527395167318768_1454863214_n
Medaglia d’argento sui 110 hs per l’atleta cilentano giuseppe filpi alle olimpiadi giovanili under 18 che si sono svolte in Ungheria. Il campano di Novi Velia, attivo ad Agropoli con il tecnico Angelo Palmieri, si è aggiudicato il secondo posto con il tempo di 14.21 secondi. “Grande risultato contro ogni pronostico della vigilia quando un temporale bruttissimo fa iniziare a singhiozzo un riscaldamento importante- fanno sapere dalla società atletica Agropoli- Stop totale di tutte le gare per via della tempesta ma aspettando la decisione dei giudici il riscaldamento a singhiozzo va avanti fino ad avere l’ufficialità del rinvio di 1 ora delle gare rispetto al programma iniziale. Pochi cambi di stati d’animo e mille esercitazioni ci portano a 30minuti prima della gara con l’ingresso in Call room. Corsia numero 8 asciutta, vento quasi assente ci fanno stare sempre tranquilli di ciò che fuori deve accadere.Correre forte vicini alle medaglie. Arriviamo a gyor con il quarto tempo e in finale scendiamo alla sesta posizione prima dello Start per via della qualificazione andata così così. “On your marks” (ai vostri posti) e si va sui blocchi. Set (pronti) e via fuori dai blocchi subito avanti con troppa, tanta determinazione che ci porta di nuovo sotto al primo hs toccato con la seconda gamba di richiamo- Ma niente poteva fermarci e dopo un passaggio pulitissimo ma in 5 posizione al 5o hs inizia la rimonta fino alla seconda posizione. Occhio al tabellone e avuta l’ufficialità urla di gioia a non finire con tutto il gruppo di Italia Team. Grande emozione risultato dietro all’olandese e davanti al Finlandese contro ogni pronostico della vigilia. “Una gara pulitissima” il commento del DT (direttore tecnico) Stefano Baldini “è stato bravissimo a stare calmo nel momento decisivo della gara e ad essere agguerrito quando c’era da prendersi la medaglia”.

REDAZIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...