Cilento, “più spazio agli artisti”:la richiesta del Direttore d’Orchestra Leo Capezzuto 

13724986_10208748416420483_4501123399828117642_o.jpg
“Qualcuno salvi gli artisti del Cilento” questa la richiesta di Leo Capezzuto Direttore dell’Orchestra di fiati S.Cecilia di Castellabate che da anni si occupa di musica mediante diversi progetti culturali, con l’intento di unire gli sforzi artistici dell’intero Cilento. “Non sono pochi gli artisti o gli scrittori nati nel Cilento o che del Cilento hanno fatto una loro fonte di ispirazione-spiega il Direttore- Non a caso, sono tantissime e ramificate su tutto il territorio, le Associazioni e gli artisti che si occupano di musica, danza, teatro, pittura o cultura in genere, che sviluppano ogni anno progetti artistici di rilievo. Gli sforzi di queste Associazioni o di artisti singoli-continua- vengono spesso vanificati da una “politica culturale” disattenta. Basti contare il numero di strutture idonee a poter ospitare dignitosamente spettacoli musicali o teatrali. Se in Estate ci si può esibire in luoghi all’aperto, in inverno diventa davvero difficile trovare luoghi adatti alla musica, al teatro, alla danza. Inoltre, i pochi cineteatri pubblici che ci sono, vengono spesso gestiti in modo privatistico. A questo si aggiunge il fatto che i direttori artistici, gli assessori alla cultura, le pro loco, etc. non sempre comprendono il valore formativo-didattico e l’impatto culturale apportato dalle “piccole” realtà artistiche locali. Se da un lato le Associazioni e i singoli artisti cercano sempre più di collaborare, di unire il territorio, dall’altro, chi dovrebbe per davvero aiutare queste realtà, fa una corsa al “guadagno e ai numeri”; al “nome figo che fa notizia”; “all’articolo pubblicitario”. Un Esempio, con l’amico e collega Alessandro Schiavo, abbiamo costituito una Orchestra di Fiati Giovanile del Cilento, che conta più di sessanta bambini e ragazzi, dai 10 ai 25 anni. Il gruppo rappresenta circa 20 comuni cilentani ed unisce lo sforzo didattico di tutte le scuole ad indirizzo musicale del territorio. In inverno abbiamo inviato proposte di concerto a tutti i sindaci dei comuni della provincia, e ai direttori degli enti culturali e territoriali. Poche sono state le risposte. A volte, si ha la brutta sensazione che i propri sforzi e il proprio lavoro siano invisibili ai più, come se la propria attività non sia sociale ma “fantasma”. Spero, in futuro, si dia maggiore risalto, spazio e fiducia agli artisti e alle numerosissime associazioni locali”.

REDAZIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...