RUBRICA NUTRIZIONE E BENESSERE: “L’AGLIO”

uid_1513a69933c.650.340.jpg

Questa settimana parliamo di un ortaggio molto comune e largamente utilizzato nella cucina mediterranea: l’aglio, ricco di proprietà benefiche e curative, spesso viene messo in secondo piano a causa del fastidioso timore di un alito “pesante”. L’aglio, nome scientifico “Allium sativum”, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Amaryllidaceae e si presenta come un bulbo contenente dai 6 ai 14 spicchi ricoperti da una sottile membrana. Ne esistono di diverse varietà che si differenziano per la colorazione, per i tempi di coltivazione e per la conservabilità: possiamo distinguere, infatti, il classico aglio bianco, l’aglio rosso e l’aglio rosa. Un’ulteriore varietà è data dall’ “allium ursinum” o aglio selvatico. Il suo gusto e aroma inconfondibile è dovuto a una sostanza chiamata allicina (composto solforato) che si crea da una reazione chimica tra l’enzima allinasi e l’aminoacido alliina innescata dallo schiacciamento dell’aglio stesso. 100g di aglio apportano: 41 Kcal, 80g di acqua, 0,9g di proteine, 0,6g di lipidi, 8,4g di carboidrati, 3,1g di fibre oltre a sali minerali quali Potassio, Fosforo, Calcio, Sodio, Ferro, Selenio, Magnesio e vitamine come la Vit. A, Vitamine del gruppo B e la Vit. C. Vediamo ora le sue proprietà terapeutiche per cui è noto sin dall’antichità tanto da essere spesso “prescritto” da Ippocrate stesso ai suoi pazienti per una vasta gamma di problematiche. In generale l’aglio presenta proprietà antibatteriche e antiparassitarie (vermifugo) grazie ai composti derivanti dallo zolfo ma anche proprietà antiossidanti tramite la Vit. C e i solfuri. In particolare, un consumo regolare di aglio è indicato per rafforzare le difese immunitarie e per il benessere del tratto respiratorio in caso di catarro, raffreddori, sinusite, mal di gola etc.. ; svolge un’azione detossificante e purificante utile nelle patologie epatiche e nei confronti dei metalli pesanti che vengono legati dai composti solforati e eliminati; contrasta il meteorismo, i crampi addominali e la diarrea; aiuta a controllare i livelli di colesterolo totale e LDL; riduce i valori della pressione sanguigna e svolge un’azione vasodilatatrice prevenendo le patologie cardiache e, infine, l’allicina sembra essere in grado di abbassare la concentrazione di glucosio nel sangue in caso di diabete. L’aglio viene utilizzato anche in cosmesi per purificare la pelle e rinforzare unghie e capelli e se ne fa anche un uso esterno per la salute dei piedi (calli, duroni, verruche), come disinfettante per le ferite, come repellente per gli insetti e per il mal di denti. Non ha grandi controindicazioni anche se deve ridurne l’utilizzo chi ha problemi di stomaco (gastrite, ulcere), le donne in gravidanza o allattamento (altera il sapore del latte), chi soffre di pressione bassa, di ipotiroidismo o assume antiaggreganti piastrinici. Inoltre un eccessiva assunzione di aglio può causare disturbi quali nausea, vomito e disturbi gastrointestinali. Il modo migliore per assicurarsi tutti i suoi benefici è consumarlo crudo e in quantità non superiore ai 4g al giorno: spremuto o tritato in insalate, su fette di pane integrale con olio e.v.o o come condimento di ortaggi, verdure e zuppe ma può essere assunto anche sotto forma di tisane, decotti e infusi per contrastare stati influenzali, mal di gola, etc. L’aglio fresco va conservato in un luogo asciutto, lontano da fonti di calore e al buio. Infine qualche consiglio per evitare l’alitosi da aglio: innanzitutto bisogna togliere la parte verde contenuta all’interno e la parte trasparente al di sotto di essa oppure, una volta mangiato, possiamo smorzarne l’effetto con un po’ di finocchio, con un chicco di caffè, dei semi di anice oppure masticando delle foglie di erbe aromatiche come timo, salvia, rosmarino e maggiorana.

Dott. Andrea Ricci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...