Vallo della Lucania, il consigliere Miraldi: “E’ solo fumo negli occhi” l’iniziativa dell’amministrazione Aloia di favorire il ripopolamento del centro storico

 

VALLO DELLA LUCANIA CONSIGLIERE MIRALDI.png

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Vallo della Lucania (SA), guidata dal Dott. Antonio Aloia, ha deciso di promuovere l’iniziativa di favorire il ripopolamento della zona con agevolazioni per chi acquista o ristruttura la propria casa nel centro storico.Tramite convenzioni con degli istituti di credito, è possibile prevedere delle concessioni di prestiti a tasso agevolato, degli incentivi per quanti vogliano ristrutturare o comprare un immobile nel centro storico vallese.L’esecutivo mira a ripopolare la zona agevolando i cittadini con esenzioni dal pagamento di Tasi, Tari ed Imu, per cinque anni.Un’iniziativa destinata a coloro che stipuleranno un mutuo o un prestito o che compreranno casa. La convenzione da stipulare con gli istituti di credito riguarderà tutte le operazioni da concludere entro il 31 dicembre 2017. Per il centro storico si segue il percorso tracciato dagli interventi previsti dal PUC: in questo senso vanno inseriti la riqualificazione di Piazza Vittorio Emanuele II, Corso De Mattia e Piazza Cattedrale.Una proposta dell’attuale maggioranza criticata e contestata dal capogruppo del Movimento Cinque Stelle, il consigliere Pietro Miraldi. “Solo fumo negli occhi dei cittadini”, questa l’opinione fredda e decisa del portavoce dei grillini, che aggiunge: “Le banche fanno mutui a chi ha garanzie e capacità reddituale e i tassi da convenzione con il Comune sono simili a quelli che attuano già, anzi qualche amico spunta tassi migliori”.E se l’idea del Comune contempla anche la previsione di esenzioni dal pagamento di Tasi, Tari ed Imu, il dissenso continua. “L’Imu e la Tasi prima casa non si pagano; la Tari se non la paga un contribuente ricade su altri perché bisogna ricoprire il 100% del costo del servizio e se pure fosse una casa del centro storico di circa 80 mq. paga 150€ di tassa sui rifiuti”, precisa Miraldi.Arriva la stoccata finale del consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle: “Infine queste pseudo agevolazioni vanno deliberate in sede di approvazione di bilancio e nel 2017 non è stato fatto, quindi si rinvia al 2018”.

Norma De Martino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...