ECONOMIA, IL CREDITO COOPERATIVO ESPRIME FORTE CONTRARIETA’ ALLE NUOVE NORME NPL PROPOSTE DALLA BCE

Riportiamo di seguito tre articoli, pubblicati pochi giorni fa su eminenti testate giornalistiche, in cui si esprime forte preoccupazione e contrarietà per le conseguenze che potranno avere, in particolar modo sulle pmi italiane e sulla crescita economica in generale, le norme contenute nell’addendum della Bce, messo in consultazione il 4 ottobre, relativo alle linee guide sugli Npl. La proposta della Vigilanza Bce di imporre un meccanismo automatico di accantonamento sui nuovi crediti in sofferenza a partire da gennaio 2018 “sarebbe un macigno con forti effetti negativi e il rischio di un nuovo credit crunch” afferma il Presidente dell’ABI, Antonio Patuelli. La BCC di Aquara si associa a quanto riportato, condividendone le preoccupazioni e sottolineando lo stallo che si avrebbe, con l’applicazione di queste normative, sul rilancio dell’economia soprattutto nei piccoli territori. 
C.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...