Vallo della Lucania, il Comune offre un’opportunità formativa d’intesa con l’Università degli Studi di Salerno

Cattura.JPG

Il Comune di Vallo della Lucania (SA) apre le porte agli studenti del Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Salerno concedendo loro un’opportunità di formazione e orientamento al lavoro.

La Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco, il dott. Antonio Aloia, ha approvato “uno schema di convenzione di tirocinio di formazione e orientamento per tirocini curriculari tra il Comune di Vallo della Lucania e l’Università degli Studi Di Salerno – Dipartimento di Matematica.” (D.G.C. n. 135 del 03/10/2017)

Il tirocinio curriculare è un’esperienza formativa e di orientamento al lavoro inclusa nei piani di studio delle Università. Come dispone l’art. 1 D.M. 142/98, il tirocinio ha lo scopo “di realizzare momenti di alternanza fra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro.”

Le Università promuovono i tirocini curriculari, da svolgere durante i periodi di frequenza ai propri corsi di studi, permettendo allo studente di migliorare il processo di apprendimento e di formazione ed ottenere il riconoscimento dei crediti formativi universitari (CFU).

In tale ottica, sono molte le Università italiane ad aver adottato i tirocini curriculari come metodologia e strumento didattico.

Il tirocinio non costituisce un rapporto di lavoro, non è retribuito ma assume, per lo studente, una doppia valenza: una formativa perché è un’esperienza che intraprende in un’azienda o in un Ente convenzionato con l’Università, completando il suo percorso di studi ed una orientativa perché tale esperienza offre una panoramica ed un contatto diretto con il mondo del lavoro, individuandone dinamiche e funzionamento.

Le modalità di svolgimento dei tirocini formativi e di orientamento nelle Pubbliche Amministrazioni sono disciplinate dalla direttiva n. 2/2005 del Dipartimento della Funzione Pubblica e dalla circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011 “al fine di favorire la diffusione della cooperazione tra la Pubblica Amministrazione ed il mondo della formazione”, come precisa il testo della Delibera.

Il Comune di Vallo della Lucania (Ente Ospitante) accoglie gli studenti del Dipartimento di Matematica seguendo le modalità e le caratteristiche previste dallo schema di Convenzione proposto, con PEC, dall’Università degli Studi di Salerno (Ente Promotore).

Come ben descritto dallo schema di convenzione, “il numero dei tirocinanti sarà comunque  determinato dal Soggetto Ospitante sulla base delle effettive disponibilità aziendali di volta in volta verificate.”

L’attività di formazione svolta durante il tirocinio sarà verificata da un responsabile didattico-organizzativo (un tutor stabilito dall’Università) e da un responsabile aziendale (individuato dal Comune). Come dispone lo schema di convenzione, lo studente può dare inizio al suo tirocinio dopo la formalizzazione di un Progetto formativo e di orientamento individuale. Tale Progetto, definito dal soggetto proponente, deve certificare i riferimenti del tirocinante, del tutor universitario ed aziendale, individuare la struttura aziendale, gli obiettivi formativi, la tipologia, la durata e le modalità di svolgimento del tirocinio e precisare gli estremi identificativi delle assicurazioni INAIL e per la responsabilità civile.

Nel rispetto della riservatezza delle informazioni acquisite durante lo svolgimento del tirocinio, lo studente è tenuto ad intraprendere la sua attività adoperandosi nelle mansioni indicate dal Progetto formativo, compilando un libretto/diario delle attività svolte.

Compete all’Università degli Studi di Salerno “garantire la copertura assicurativa del tirocinante contro gli infortuni sul lavoro presso l’INAIL mediante la speciale forma di gestione per conto dello Stato (D.P.R. 9.4.1999, n.156), nonché per la responsabilità civile presso compagnie assicurative operanti nel settore.”

L’impegno del Comune di Vallo della Lucania si definisce nel mettere a disposizione del tirocinante i mezzi necessari per svolgere l’attività, garantire le condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza (secondo la normativa vigente), segnalare eventuali eventi infortunistici al soggetto promotore e agli istituti assicurativi ed attestare, mediante firma o timbro, sul libretto/diario del tirocinante l’effettivo svolgimento dell’attività concordata.

In questa sinergica stretta di mano tra mondo universitario e mondo del lavoro si configura, per lo studente, l’aspetto più emozionante e professionalizzante del suo percorso di studi.

Il tirocinante apporta nuove informazioni e nuove idee nel contesto lavorativo, ove inserito, ottenendo la possibilità di trasformare le sue conoscenze in reali competenze.

Norma De Martino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...