Approvato il nuovo Regolamento per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali: tariffe più basse rispetto al passato e gratuità per alcune categorie.

AGROPOLI GUARIGLIA PISTA CAMPO SPORTIVOfoto cilento channel

Il Consiglio Comunale di Agropoli, riunitosi l’altro giorno presso l’Aula consiliare “A. Di Filippo”, ha ratificato il nuovo Regolamento per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali, già approvato nella Commissione Sport, Turismo e Spettacolo, presieduta dal consigliere comunale Emidio Cianciola. L’operazione segue un preciso indirizzo, operato nelle scorse settimane, dal Sindaco Adamo Coppola, vista la necessità di includere gli impianti sportivi di nuova costruzione e di adeguare le tariffe prima vigenti, oltre a stabilire le modalità di corresponsione dei pagamenti. Le nuove disposizioni, prevedono tariffe più basse rispetto a quelle utilizzate in precedenza; gratuità per le associazioni che svolgono attività di tipo storico-culturale, per le scuole e per i soggetti con disabilità. Per le associazioni sportive che svolgono campionati a livello federale è stata prevista inoltre una decurtazione pari al 30 per cento rispetto alla tariffa base. Questo al fine di non pesare eccessivamente sui costi di gestione di tali categorie, che svolgono anche attività di tipo agonistico. Le nuove disposizioni sono state condivise anche da una parte della minoranza. «Siamo riusciti – affermano il Sindaco Adamo Coppola e il presidente della Commissione Sport, Turismo e Spettacolo, Emidio Cianciola – ad approntare un nuovo regolamento per utilizzare gli impianti sportivi cittadini, che guarda con attenzione alle esigenze di associazioni e società sportive presenti sul territorio. Nonostante siano tante le strutture sportive, che sono state create, specie, negli ultimi anni, che fanno della nostra, la “Città dello Sport” punto di riferimento per federazioni e società sportive sia a livello provinciale che nazionale, sono altrettanto numerose le richieste per il loro utilizzo. Il nuovo regolamento mira ad accontentare tutti, guardando nel contempo anche ai costi di manutenzione che l’Ente sostiene per la loro gestione».

c.s.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...