AGROPOLI, NIKI BONFRISCO ACCUSATO INGIUSTAMENTE VIENE ASSOLTO DOPO 4 ANNI.

niky

Era stato accusato ingiustamente per reato di furto di cavi di rame ed apparecchiature nelle gallerie autostradali nel novembre del 2013, l’ agropolese Niki Bonfrisco che 4 anni fa, finì in manette insieme ad un napoletano S.C. che secondo l’accusa sarebbero stati aiutati da due rumeni S.A. e D.F. che individuavano i luoghi dov’era possibile fare un consistente bottino di refurtiva. In realtà Niki Bonfrisco era rimasto coinvolto per aver dato un passaggio in auto al napoletano e a uno dei rumeni, per sfuggire alla Polstrada, si erano incamminati lungo l’A3 nei pressi dello svincolo di Sicignano degli Alburni. Da qui il fermo, l’ipotesi di coinvolgimento e l’ingiusta detenzione domiciliare di 80 giorni. Il ragazzo agropolese fu vittima anche di accuse infamanti da parte di alcune testate giornalistiche e blog locali che non persero tempo nell’infangare la sua persona. Finalmente dopo 4 anni il caso è arrivato al capolinea con l’assoluzione perché il fatto non costituisce reato. Bonfrisco è stato assistito dall’avvocato Gianluca D’Aiuto del foro di Vallo della Lucania che ha attivato la procedura per il risarcimento del danno causato dal divieto ad uscire di casa.

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...