RUBRICA NUTRIZIONE E BENESSERE: IL FARRO

RUBRICA NUTRIZIONE E BENESSERE IL FARRO

Oggi, nel nostro consueto appuntamento con la rubrica “Nutrizione e Benessere”, parliamo di un prodotto dalle origini antichissime: il farro. Questo cereale, un tempo molto utilizzato e alla base della cucina delle popolazioni affacciate sul Mediterraneo, negli ultimi decenni era stato messo da parte in favore di altri cereali dalla resa maggiore, ma, oggigiorno, lo si sta riscoprendo grazie anche alle sue preziose proprietà nutrizionali. Il farro, considerato la più antica forma di frumento coltivato dall’uomo, è il prodotto di una pianta erbacea, appartenente alla famiglia delle graminacee di cui ne esistono 3 specie principali: il farro piccolo o monococco (Triticum monococcum), il farro medio o dicocco (Triticum dicoccum), che è quello maggiormente coltivato in Italia, e il farro grande o spelta (Triticum Spelta). Così come gli altri cereali, il farro si presenta in cariossidi, ovvero in chicchi secchi e duri e in commercio lo possiamo trovare sotto varie forme: farro decorticato che è integrale e prima di essere cotto necessita di un periodo di ammollo, il farro perlato che è privo del rivestimento esterno (glumetta) e che non necessita di ammollo, il farro soffiato e la farina di farro. Vediamo ora i valori nutrizionali: 100g di farro medio apportano all’incirca 335 Kcal, 10,4g di acqua, 15,1g di proteine, 2,5g di lipidi, 67,1g di carboidrati, 6,8g di fibre oltre a sali minerali quali potassio, fosforo, calcio, sodio, ferro e vitamine come la Vit.A e le vitamine del gruppo B. Il farro, quindi, ha meno calorie rispetto agli altri cereali, ha un alto contenuto di fibre e di proteine vegetali anche ad elevato valore biologico, ha pochi grassi e un basso indice glicemico. Proprio grazie al basso indice glicemico e alla ricchezza di fibre, il farro può essere una buona alternativa ai cereali classici per chi soffre di diabete e insulino-resistenza; la fibra, inoltre, grazie alle sue proprietà lassative facilita il transito intestinale e per questo il farro è indicato a chi soffre di stipsi; il farro è anche un’ottima alternativa nelle diete ipocaloriche in quanto grazie alla fibre ha un ottimo potere saziante ma, attenzione alle quantità, perché è vero che ha meno calorie dei cereali classici ma resta comunque un alimento calorico; contiene sali minerali importanti per la prevenzione dell’osteoporosi e per il corretto funzionamento del sistema nervoso; aiuta a ridurre i livelli di colesterolo LDL e regola l’equilibrio elettrolitico riducendo anche i valori della pressione arteriosa grazie al potassio; ha ottime proprietà antiossidanti; è indicato per le donne in gravidanza e nei bambini anche se in quest’ultimi è preferibile fargli assaggiare solo piccole quantità inizialmente per escludere reazioni avverse; infine, uno studio americano ha dimostrato che le fibre insolubili contenute nel farro hanno la capacità di prevenire i calcoli biliari grazie alla riduzione della secrezione biliare. Le controindicazioni riguardano i celiaci (il farro contiene glutine) e chi soffre di patologie intestinali, quali colite e malattie infiammatorie intestinali croniche a causa dell’elevato contenuto di fibre che possono scatenare coliche, meteorismo e gonfiore. Tantissime sono le ricette possibili da preparare con il farro: il consiglio è di utilizzare il farro decorticato che mantiene tutti i benefici delle fibre e dei sali minerali anche se richiede un ammollo di almeno 8 ore prima di poter procedere con la cottura. Il farro trova largo utilizzo non solo nelle ricette classiche mediterranee, ma anche tra i vegetariani e i vegani: dalle zuppe di farro e legumi ai minestroni, dai ripieni alla preparazione di polpette vegetariane o in insalate con verdure fresche. La farina di farro di un colore più scuro e con un sapore più intenso è utilizzata, invece, per la preparazione del pane o focacce e di biscotti o dolci in abbinamento soprattutto alla frutta secca.

Dott. Andrea Ricci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...