POTENZIAMENTO SERVIZI OSPEDALE DI AGROPOLI: DILEMMA O CERTEZZE?

Riapertura-PS-ospedale-Agropoli-4.jpg
Taglio del nastro ieri per il nuovo Pronto Soccorso dell’ospedale di Roccadaspide, dopo importanti lavori che hanno completamente cambiato il volto del reparto e che ora si presenta all’avanguardia, con ampi spazi a disposizione e con nuove attrezzature. Discorso diverso invece per l’ospedale di Agropoli, per il quale alcuni mesi fa erano stati stabiliti e garantiti dei potenziamenti che sarebbero avvenuti per il mese di Giugno. Sono trascorsi quasi tre mesi dall’incontro avvenuto con il direttore generale dell’ASL Giordano e ad oggi i cittadini ancora attendono…

Proprio questa mattina è intervenuto sulla questione il consigliere di opposizione nonchè rappresentante del M5S di Agropoli Consolato N. Caccamo che ha scritto al Direttore Generale e al Direttore Sanitario dell’ASL Salerno per sapere se le promesse di qualche mese fa sui potenziamenti del nosocomio agropolese saranno mantenute. “I cittadini di Agropoli, i residenti del comprensorio e i tanti turisti che affollano la nostra zona non possono continuare ad essere considerati figli di un dio minore- si legge nel post riportato dal consigliere-bisogna puntare (almeno) ai livelli essenziali di assistenza (LEA) che sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini, ovunque essi vivano o risiedano” ha sottolineato Caccamo. Infatti nel mese di Gennaio ci fu un incontro presso la direzione generale dell’ Asl Salerno tra una rappresentanza dell’amministrazione comunale di Agropoli e un gruppo di cittadini e il direttore sanitario dell’azienda Antonio Giordano per discutere sulla questione ospedale. Quest’ultimo garantì 20 posti letto, l’estensione dell’attività di laboratorio analisi e radiologia h24; l’attivazione delle sale operatorie solo per piccoli interventi e un futuro polo di eccellenza per le patologie legate alla tiroide e alla mammella, oltre che l’installazione di strumentazioni di diagnosi avanzata quali TAC e Risonanza Magnetica. Nonostante le novità previste per la struttura ospedaliera, lo stesso Giordano confermò che la stessa non sarebbe rientrata nella rete dell’emergenza.

REDAZIONE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...