Vallo della Lucania, colpito da aneurisma, trentenne salvato al San Luca

 

download
Torna a casa il giovane trentenne del Vallo di Diano, salvato grazie a un intervento innovativo eseguito presso l’ospedale San Luca di Vallo della Lucania dall’equipe del reparto di neurochirurgia, diretto dal dott. Giovanni Parbonetti. Il giovane è giunto nel nosocomio vallese in gravissime condizioni una ventina di giorni fa a seguito di un’emorragia cerebrale dovuta alla rottura di un aneurisma. Dopo un esame neuroradiologico che permetteva di individuare la fonte del sanguinamento, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento di clipping dell’aneurisma, cioè alla chiusura della fonte di sanguinamento. Alla riuscita dell’intervento hanno contribuito la neuroradiologia, la rianimazione e il blocco operatorio. Un caso di buona sanità, uno dei tanti che conferma la qualità delle prestazioni eseguite nel presidio ospedaliero San Luca e la presenza di personale altamente qualificato. Il direttore sanitario, Adriano De Vita, esprime soddisfazione per la vicenda conclusasi in modo ottimale, ricordando che non è la prima volta che nel reparto di neurochirurgia si affrontano patologie così complesse, non solo in urgenza, anche in elezione. Il reparto di Neurochirurgia, afferma De Vita, sta dando seguito ad un nuovo corso con una vasta gamma di offerte terapeutiche ad un’utenza che spesso è fuori dei confini regionali e provinciali. Questo episodio, ribadisce il Direttore Sanitario, è un esempio virtuoso di come professionalità e competenze concorrono in uno sforzo comune, la salvaguardia della salute dei cittadini cilentani.

C.S.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...