Provincia, extracomunitari a piedi o in bicicletta senza giubbotti catarifrangenti: la segnalazione dell’ass. italiana familiari vittime della strada

in-bici-senza-fanali
L’ associazione italiana familiari vittime della strada onlus mette ancora una volta in risalto il pericolo derivante dai numerosi extracomunitari che di sera circolano a piedi o con le biciclette sulle strade urbane ed extraurbane senza indossare giubbotti catarifrangenti come previsti per norma e in assenza di dispositivi luminosi sui veicoli a due ruote. Ciò con il rischio per gli automobilisti di investirli o di finire a loro volta fuori strada con la propria autovettura. Si tratta di una problematica che sta interessando diversi comuni della Provincia di Salerno, in particolare le strade maggiormente coinvolte risultano essere la SS 18, le località di Agropoli soprattutto la Zona Mattine, Capaccio Paestum, Battibaglia e la Litoranea. Tante le segnalazioni che quotidianamente giungono all’associazione per far presente il fenomeno. Ciò che l’associazione chiede è un maggior controllo e il rispetto delle regole del codice della strada. La richiesta è indirizzata in particolare ai sindaci del comprensorio cilentano e ai responsabili delle cooperative che hanno in accoglienza gli extracomunitari i quali hanno l’obbligo morale e civile di far rispettare loro le regole previste. Purtroppo sta diventando un fenomeno sempre più in crescita e molto pericoloso a cui bisogna porre urgentemente rimedio. Inoltre l’associazione italiana familiari vittime della strada onlus invita anche le forze politiche a fare la loro parte e a lanciare un grido d’allarme.

REDAZIONE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...