Festa del Melograno di Paestum: Sabato 27 e domenica 28 ottobre

Melagrana

Il suo frutto, per le qualità nutrizionali, preventive e curative che possiede, viene definito “alimento-farmaco”. La Dea Hera Argiva, venerata dagli antichi poseidoniati, veniva rappresentata con una melagrana nella mano. E ancora oggi, tramandato nei secoli, a conservarne il culto è il Santuario della Madonna del Granato, che dalla collina domina la Pianura di Paestum.
E sarà proprio nella Città dei Templi che sabato 27 e domenica 28 ottobre, si svolgerà la Festa del Melograno di Paestum. L’iniziativa nasce dall’impegno del dottore Gerardo Siano con l’associazione “Il Melograno di Paestum”, nata per promuovere e valorizzare il melograno, con la collaborazione del Comune di Capaccio Paestum e delle aziende del territorio che lo producono.
Erroneamente il frutto viene spesso definito “melograno”. In realtà il nome maschile indica la pianta, mentre il suo frutto si definisce “melagrana”, al femminile. Per le sue proprietà nutrizionali, tra cui un alto contenuto di vitamina C, è considerato un vaccino naturale contro l’influenza. Negli ultimi anni la comunità scientifica ha dimostrato e confermato le immense proprietà medicamentose della melagrana, descritte anche da Ippocrate.
Anche quest’anno nella Città di Capaccio Paestum si terranno una serie di convegni ed eventi che hanno come obiettivo il recupero e la promozione di un prodotto che era eccellenza già 2500 anni fa e che oggi è la panacea di molte malattie dell’uomo, come hanno dimostrato molti e approfonditi studi scientifici effettuati nei più grandi istituti del mondo.
Si parte quindi sabato 27 alle ore 9 con la Santa Messa presso il santuario della Madonna del Granato e, a seguire, le prime due sessioni dei convegni. La prima presso la sede dell’associazione “Agorà” a Capaccio Capoluogo, alle ore 10, sarà dedicata alla storia, alla simbologia, alla mitologia e all’archeologia. Alle 17, presso Il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, è in programma la seconda sessione in cui verranno affrontati ed esposti i benefici sulla salute della melagrana.
A partire dalle 19.30, in Piazza Basilica, apriranno gli stand in cui sarà possibile degustare prelibatezze a base di melagrana.
Domenica 28 è prevista l’ultima sessione dei convegni presso la Sala Erica in Piazza Santini, alle ore 9.30, nel corso della quale si parlerà della coltura del melograno e delle prospettive economiche per il futuro.
Numerosi esperti del settore saranno presenti ai convegni con varie relazioni, per dar vita a una vivace e coinvolgente discussione sul tema, dalla quale scaturiranno notizie utili alla realizzazione del progetto “Il Melograno di Paestum”, fortemente voluto dall’ideatore dell’iniziativa, il dottore Gerardo Siano, che come chirurgo oncologo s’interessa di prevenzione, e nello specifico di prevenzione primaria, uno stile di vita che basa la sua alimentazione sulla Dieta Mediterranea. Il progetto punta alla realizzazione di una vera e propria filiera del melograno sul nostro territorio, che possa far crescere non solo un singolo ma tutta una comunità.
Il programma
Sabato 27 ottobre 2018
ore 9:00 Inaugurazione: Santa Messa Madonna del Granato
ore 10:00 – Il Melograno nell’antica Paestum (sede Ass. Agorà – Capaccio Capoluogo)

Moderano: Dott. Siano Gerardo – Presidente Ass. Il Melograno di Paestum
Giuliana Ceriello – Giornalista parlamentare

Saluti: Francesco Palumbo – Sindaco di Capaccio Paestum
Pietro Cursaro, Bcc Capaccio Paestum: proposta proclamazione Madonna del Granato Patrona del Credito Coopertivo

Relatori: Giuseppe Liuccio – Storia e mito
Padre Domenico Fiore – Sacro e profano
Bruno Bambacaro – Simbologia ed arte nell’antica Paestum
Mario Mello – Il Melograno nell’archeologia pestana
Fernando La Greca, docente di Storia Romana Unisa –vLa coltura del Melograno (dal libro Il Melograno nell’Antica Paestum)

ore 12:30 DEGUSTAZIONE SUCCO DI MELOGRANO DI PAESTUM offerta da Hera granatum di Carmine Antico

ore 17:00 – La Medicina del terzo millennio. Storia, biodiversità e salute (Museo Archeologico di Paestum)

Moderano: Rosa Pepe, Crea-Centro di Ricerca Orticoltura e florovivaismo
Anna Vairo – Giornalista Stile TV

Relatori: Fernando La Greca – La storia recente: La medicina moderna conferma le conoscenze dei medici antichi
Gerardo Siano – A.O.U. Salerno
Milena Petriccione – Centro di Ricerca per l’Agricoltura
Lilla Lionetti – Università di Salerno
Marisa Di Matteo – Università di Salerno
Tommaso Pellegrino – Presidente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

ore 19:30 – FESTA DEL MELOGRANO DI PAESTUM
Piazzetta della Basilica – Paestum
DEGUSTAZIONE DI RICETTE A BASE DI MELOGRANO
Esibizione artistica-rievocativa a cura di Danzarte

Domenica 28 Ottobre
ore 9:30 – La coltura del melograno di Paestum e le prospettive economiche per il futuro
(Sala Erica – Capaccio Scalo

Moderano: Dott. Gerardo Siano – Presidente Ass. Il Melograno di Paestum
Paola Desiderio – Giornalista, collaboratrice Il Mattino

Saluti: Francesco Palumbo – Sindaco di Capaccio Paestum
Giuseppe Scorza – Sindaco di Castel San Lorenzo (in rappresentanza dei Comuni Cilentani)

Relatori: Anna Pina Arcaro, Pres. Distretti Integrati Rurali ed in Rete
Barlotti, Casciano, Conte, Graziuso – Aziende di produzione melograno
Baldassarre Surico – Agronomo, produttore in regione Puglia
Rosa Pepe, Agronoma, Referente de La Cesta della Biodiversità

Prospettive economiche per il futuro
Michele Cammarano: Commissione Agricoltura Regione Campania
Filippo Diasco, Direttore Generale Agricoltura Campania
Franco Alfieri, capo della segreteria del Presidente della Regione Campania
Alfonso Andria, Commissione Parco Archeologico di Paestum

Ore 12.30 Conclusione:
Corrado Matera – Assessore al Turismo Regione Campania

C.S.

Annunci