RUBRICA NUTRIZIONE EBENESSERE: NOCI DI MACADAMIA

noci-di-macadamia-ecco-le-proprieta

Questa settimana nel nostro consueto appuntamento con la rubrica “Nutrizione e Benessere”, parliamo di un alimento forse ai più sconosciuto ma che, in realtà, è sempre più ricercato dai consumatori e sta acquisendo sempre maggiore popolarità: le noci di macadamia. Questa recente notorietà è dovuta anche, in parte, alla loro fama di elisir di lunga vita: un motivo in più per conoscerne le proprietà e i benefici, conosciute sin da tempi antichissimi, soprattutto dalle popolazioni dell’Australia, terra d’origine di questi frutti. Infatti, queste noci dette anche del Queensland o Australiane, sono originarie proprio del Queensland, una regione dell’Australia nord-orientale. Le noci sono il frutto della pianta sempreverde Macadamia, in particolare della Macadamia Integrifolia, e si presentano con una forma globosa, dure e legnose, appuntite da un lato, contenenti uno o due semi commestibili, dal sapore molto ricco, dolciastro e gradevole, simile alle noci di cocco. Questi semi oleosi hanno delle caratteri nutrizionali molto particolari, scopriamole insieme: 100g di noci di macadamia apportano 735Kcal, 3g di acqua, 8g di proteine, 76g di lipidi, 5,1g di carboidrati, 8g di fibre, oltre a sali minerali quali il potassio, fosforo, magnesio, calcio, ferro, zinco, selenio e vitamine come la niacina (Vit. PP), la Vit. B1 e la B6. Un alimento, quindi, molto calorico, ricchissimo di acidi grassi moninsaturi, con proteine di medio valore biologico, con carboidrati complessi, buona concentrazione di fibre e senza colesterolo. L’abbondanza di acidi grassi insaturi, come gli omega 3 e 6, aiuta a mantenere in salute l’apparato cardiovascolare, contribuendo a diminuire i livelli dei lipidi nel sangue ma anche a contrastare i processi infiammatori; hanno buone concentrazioni di calcio e fosforo, fondamentali per l’apparato scheletrico; l’ottima presenza delle fibre aiuta a regolarizzare l’intestino contrastando la stipsi, favorisce la digestione e aumenta il senso di sazietà; sono ricche di molecole antiossidanti, atte a contrastare i radicali liberi e la combinazione particolare di sali minerali e vitamine, favorisce i processi cognitivi e funge da integratore, mentre la presenza dell’acido palmitoleico ha effetti benefici sul metabolismo dei grassi; sono un ottimo alimento nei soggetti che conducono un’alimentazione vegana, vegetariana o crudista e non contengono glutine né lattosio. Dalle noci di macadamia si estrae anche un olio con un elevato punto di fumo utilizzato nell’industria alimentare ma anche in cosmetica per le sue proprietà emollienti. Ovviamente, dato il loro elevato numero di calorie, sono sconsigliate per chi è sovrappeso o obeso, per chi soffre di diverticolite, possibili allergie e, a causa delle fibre, possono essere fonte di disturbi intestinali e meteorismo. La quantità giornaliera consigliata è di circa 10-15g, magari come spuntino, ma molto dipende dal proprio fabbisogno nutrizionale. E’ importante sapere che questi semi oleosi, commestibili per l’uomo, sono, invece, tossici per cani e gatti. A differenza di altri frutti a guscio, le noci di Macadamia sono difficili da trovare in commercio, infatti, spesso, chi le apprezza le acquista online. Si trovano anche tostate o salate ma in ogni caso, è preferibile acquistarle già sgusciate data la difficoltà nell’aprire il loro guscio e possono essere utilizzate in cucina per preparare dolci, gelati, torte o torroni perché sembrano sposarsi bene, ad esempio, con il cioccolato.

Dott. Andrea Ricci

Annunci