10 MILIONI PER IL MONTE CERVATI, LEGAMBIENTE DICE NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DEI SENTIERI DI MONTAGNA

rifugio-cervati.jpg

Il Governatore della Campania ha annunciato lo stanziamento di 10 milioni di euro per finanziare una strada da Sanza al monte Cervati, la vetta più alta della Campania ( 1899 metri ), nel Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E’ positivo che il Cervati sia oggetto di crescente interesse delle Istituzioni e di Associazioni di promozione turistica. Ma la cementificazione fino alle vette montane più alte è una scelta sbagliata perché compromette l’ecosistema del territorio, con la circolazione dei mezzi motorizzati e l’inquinamento ambientale ed acustico. Legambiente ritiene che i programmi di sviluppo devono, invece, essere ecocompatibili con un territorio che dal 2010 rientra nella rete dei Geoparchi, parchi naturali caratterizzati da particolari aspetti geofisici e da una strategia di sviluppo sostenibile. Gli obiettivi da perseguire devono essere quelli di un turismo di montagna ispirato ai seguenti principi: sostenibilità, valorizzazione del territorio con interventi a basso impatto ambientale, tutela dell’ambiente, conservazione della cultura e delle tradizioni locali, produzione e commercializzazione dei prodotti tipici,limitazione del traffico motorizzato. Invece di cementificare i sentieri di montagna occorre un serio piano di investimenti per la mobilità nel Cilento, intensificando e migliorando le vie del mare e il trasporto ferroviario e soprattutto garantendo una costante manutenzione alle dissestate strade del territorio.

C.S.

Annunci