AGROPOLI, LE MOTIVAZIONI DEL CONSIGLIERE ABATE SUL VOTO CONTRARIO ALL’APPROVAZIONE DEL QUESTION TIME

agostino abate cilentochannel.jpg
Il Question Time che si terrà giovedì prossimo 31 gennaio presso l’aula consiliare “Alfonso Di Filippo” di Agropoli, voluto da Agostino Abate non fu poi votato dallo stesso consigliere che ne chiedeva l’istituzione. Leggendo la delibera di Consiglio Comunale del 15 settembre 2018 si riscontra il voto contrario del consigliere perchè a suo dire, la maggioranza aveva modificato il regolamento presentato precedentemente in commissione e quindi contestò tale modifica, proponendo la modifica alla modifica. La proposta di Abate venne bocciata, pertanto si proseguì all’approvazione con 12 voti favorevoli e 1 contrario, il suo. In sostanza il consigliere di minoranza chiedeva nella proposta di modifica la possibilità di alternare sempre la discussione delle interrogazioni/interpellanze tra maggioranza e minoranza all’interno delle varie sedute e di non tenere presente l’ordine cronologico di deposito delle domande. Inoltre le interrogazioni e le interpellanze eventualmente non discusse nella seduta di Question Time, dovevano essere inviate alla seduta successiva e discusse sempre in ordine alternato tra quelle presentate dalla minoranza e quelle presentate dalla maggioranza, indipendentemente dall’ordine cronologico di deposito. “Tale modifica non fu approvata per strategia politica della maggioranza – ha dichiarato il consigliere – pertanto fui costretto a votare contro”. E’ interessante ora sapere quali saranno le interrogazioni/interpellanze del consigliere Agostino Abate e Consolato Natalino Caccamo che rappresentano la minoranza e quella di Gisella Botticchio che già durante il suo insediamento al posto di Monica Pizza, aveva “interrogato” qualche consigliere.

GIANNI PETRIZZO

Annunci