PIANO DI ZONA SA/8, COPPOLA: “BISOGNA CHIEDERSI SE IL DIRETTORE HA FATTO UN BUON LAVORO”

OGLIARUSO E COPPOLA.jpg
“Se la squadra non va, non si mandano via i giocatori ma l’allenatore!”. E’ decisamente convinto il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola nell’affermare che le motivazioni di scarsa funzionalità del Piano di Zona SA8 sono da attribuire al direttore dell’ufficio di piano Mario Ogliaruso. “Che il direttore del Piano di Zona SA8 racconti il malfunzionamento per colpa di altri, mi sembra pretestuoso – ha dichiarato Coppola ai microfoni di un emittente tv – Io penso che se il Piano di Zona non va, bisogna cominciare a chiedersi se il direttore ha fatto un buon lavoro e visto che lo stesso direttore critica i comuni, io credo che la critica bisogna farla a chi dirige. Il comune di Agropoli versa al Piano una quota annuale di 220 mila Euro e ha un arretrato di circa 340 mila euro, poco più di un anno. Ogliaruso dice che la cattiva gestione del Piano di Zona va attribuita ai comuni. Allora mi viene da pensare che forse ho fatto bene a non pagare, perchè penso che la percentuale di incidenza del mancato pagamento dei comuni verso il Piano, non corrisponde ai debiti o ai pagamenti che deve fare. Perchè non si domanda Ogliaruso, come mai la regione Campania non ha versato la quota? Il ministero non ha versato la quota? Sarà per il fatto forse che le rendicontazioni che produce quell’ufficio, dove Mario Ogliaruso è direttore, non ha fatto le cose nel modo giusto?”. Il sindaco di Agropoli Adamo Coppola conclude con l’ auspicio di un incontro diretto evitando polemiche ma cercando le soluzioni.

GIANNI PETRIZZO

Annunci