Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni dice no alla carta: nei consigli saranno utilizzati solo i tablet

 

PARCO DICE NO ALLA CARTA
Dopo il Parco “Plastic Free” si va verso il Parco “carta Free”. Lo ha annunciato il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, nell’ultima riunione del Consiglio Direttivo. Saranno attuate importanti e concrete iniziative per la dematerializzazione degli atti e dei documenti che concernono le attività poste in essere dall’Ente, a partire proprio da quelli prodotti in Consiglio.
Si è trattato, infatti, dell’ultima riunione del Direttivo in cui è stato utilizzato materiale cartaceo; dalla prossima tutto sarà informatizzato e ogni consigliere utilizzerà un tablet per le comunicazioni e gli atti.
In previsione c’è anche la realizzazione di una piattaforma che permetta ai Comuni di inviare le proprie istanze all’Ente Parco in modalità telematica, così da velocizzare le comunicazioni e gli scambi amministrativi.
Per ciò che concerne la gestione dell’Ente, la lotta alla carta è già partita, a breve anche i dipendenti saranno messi in condizione di poter utilizzare dei collegamenti telematici interni piuttosto che utilizzare la carta per la produzione della documentazione necessaria ai fini delle attività amministrative.
“Rispettare l’Ambiente a cominciare dalle buoni azioni dello stesso Ente è una priorità fondamentale oltre che un dovere per un’importante Area protetta come la nostra che quotidianamente è impegnata in azioni di tutela ambientale e in azioni di contenimento della spesa”. Ha dichiarato il Presidente Pellegrino.

C.S.

Annunci