SCARICHI, IMPIANTI DI DEPURAZIONE E CONDOTTA SOTTOMARINA.MAURANO CHIEDE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

sddefault.jpg

Nello schema di protocollo d’intesa per la gestione provvisoria della condotta sottomarina di Baia Arena ad Ogliastro Marina, firmata dal Comune di Castellabate e dal Comune di Montecorice nel Giugno 2016 a seguito anche di un accordo di programma del 2010 ( giusto per sgombrare il campo da appropriazioni indebite di meriti amministrativi), si dichiarava che vista l’urgenza del momento (estate 2016) si iniziava senza nessuna autorizzazione per gli scarichi.E questo valeva sia per gli scarichi degli impianti di depurazione di Castellabate e Montecorice nel sistema di collettamento che per lo scarico finale della condotta sottomarina.  A mettere in risalto la situazione  tramite richiesta protocollata al comune di Castellabate è il consigliere di minoranza Luigi Maurano

“Il Decreto Ambiente stabilisce che tutti gli scarichi devono essere autorizzati, -sottolinea Maurano –
Il Decreto del Presidente della Repubblica 59/2013 disciplina la funzione dell’AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) per gli scarichi delle acque depurate.

A distanza di due anni e mezzo e tre estati – continua il consigliere-  ho richiesto verbalmente agli uffici copia dell’Autorizzazione Unica Ambientale per gli scarichi dei depuratori di Castellabate e per lo scarico finale della condotta. Mi è stato risposto che non c’era niente e che forse solo ora il gestore starebbe richiedendo tale Autorizzazione. In più mi è stato detto che per lo scarico finale si dovrebbe chiedere al Comune di Montecorice. Ma come, – chiosa Maurano- il Comune di Castellabate versa una quota percentuale di gestione dell’88,24% e non sa nulla?E poi, in questi tre anni con quale autorizzazione e controllo si è provveduto allo scarico dei depuratori?

R.G.

 

Annunci