AGROPOLI, LA SCUOLA GINO LANDOLFI PARTECIPA ALLA 48ESIMA EDIZ. DEL CARNEVALE AGROPOLESE

carnevale-trombette-stelle.jpg
Come ogni anno, il 1° Circolo di Agropoli, in collaborazione con l’Associazione Il Carro, partecipa alle iniziative del Carnevale agropolese.
Venerdì 1° marzo, in tutti i plessi scolastici del Circolo si festeggerà il Carnevale.
Nello specifico, gli alunni della Scuola Primaria Landolfi sfileranno da piazza della Repubblica verso Piazza Vittorio Veneto portando fuori i manufatti artistici realizzati a più mani: quelle dei bambini, degli insegnanti e dei genitori. E’ proprio grazie alla preziosa e fantasiosa collaborazione dei genitori che è stato possibile costruire bellissime maschere, ciascuna finalizzata a rappresentare uno specifico tema.
Gli alunni delle classi prime proporranno un salto nel passato: lungo le strade sfileranno, infatti, i simpatici Flintstones, tra musiche e semplici coreografie.
Gli alunni delle classi seconde rappresenteranno le favole moderne che sono diventate film di animazione importanti come Madagascar, Zootropolis, Monster & Co, Inside Out per raccontarci, dunque, di emozioni, amicizia, solidarietà, uguaglianza.
Gli alunni delle classi quarte, invece, racconteranno l’intramontabile favola di Pinocchio.
Gli alunni della classe terza B parteciperanno alla sfilata con simpatici costumi da pagliaccio realizzati da loro stessi in un laboratorio artistico-creativo.
Concluderanno le classi quinte conducendoci, tra sogno e realtà, nel magico mondo di Alice nel paese delle meraviglie.
La sfilata sarà accompagnata da canti e balletti, inizierà alle 9.30 circa e terminerà intorno alle 13.00.
Nei plessi A. Cafarelli di Moio, Infanzia Centro e Mozzillo il Carnevale sarà festeggiato con le meravigliose mascherine dei bambini tra sorrisi, canti, balli e tanti giochi divertenti.

“Partecipare alle iniziative promosse dal territorio – dichiara la dirigente Anna Vassallo-  rappresenta per al scuola un momento di forte aggregazione sociale, di condivisione di idee e di progetti che caratterizzano positivamente l’identità culturale della nostra comunità”.

REDAZIONE 

Annunci