ALTRO STRAORDINARIO RITROVAMENTO A CAMEROTA.

52601909_1675143796117492_5099308554783817728_n.jpg

Torna alla luce la Camerota di tanti anni fa. La scoperta è stata effettuata durante i lavori di ruqualificazione di Piazza Castello. “Ambienti funerari risalenti probabilmente al 1700 saranno oggetto di ulteriori approfondimenti nei prossimi giorni- a dichiararlo è il vicesindaco del comune di Camerota Francesco Calicchio che con stupore ha pubblicato la foto del ritrovamento sulla sua pagina Facebook-. Si procederà con attenzione, valorizzando l’enorme patrimonio che Camerota ha la fortuna di avere . Se ci sono gioielli nascosti – sottolinea il vicesindaco – dobbiamo valorizzarli, potrebbero diventare per Camerota un attrattore turistico.

Altro ritrovamento di un’antica collana composta da ambra e pasta vitrea è avvenuto durante le operazioni di scavo iniziate lo scorso 8 ottobre nella “Grotta della Cala” sito preistorico conosciuto soprattutto per le sue evidenze paleolitiche e di importanza internazionale, dai ricercatori dell’Università di Siena in collaborazione con la Soprintendenza di Archeologia delle Province di Salerno e Avellino e con il sostegno del Comune Camerota. I resti della collana sono stati ritrovati nella camera più interna della grotta, insieme a dei frammenti di ceramica e a dei resti umani. Si tratta di un ritrovamento di grande interesse perché la tipologia di alcune perle della collana finora rinvenute porta a collocare il reperto all’età del Bronzo e si tratterebbe del primo ritrovamento di questo tipo in Campania.

43828986_1975899325834434_7000701670623543296_n.jpg

 

REDAZIONE

 

Annunci