Il Cambiamento ha messo radici: 100 giorni per Capaccio Paestum

20191019_150136.jpg

Sono 242 le delibere di Giunta approvate dalla Giunta Alfieri nei primi 100 giorni di governo, 51 le delibere di programmazione, 40 le delibere approvate nel settore delle opere pubbliche. Si tratta solo di alcuni dei numeri frutto dell’intenso lavoro messo in campo nei primi 100 giorni di amministrazione dalla Giunta guidata dal sindaco Franco Alfieri.

«Abbiamo deciso, progettato, cominciato a fare», così il primo cittadino nel giorno dell’incontro pubblico a dimostrazione della gratitudine per la fiducia elettorale riposta in lui e nella sua squadra dai cittadini di Capaccio Paestum.

Tra le decisioni già prese: l’intesa per l’acquisto dell’ ex Cinema Myriam, le nuove progettazioni relativa al Sottopasso ferroviario, alla messa in sicurezza del Sele, alla nuova viabilità per Paestum antica, al Castello; l’approvazione del Piano di Assestamento Forestale. Sbloccate in tempi strettissimi anche due importanti opere pubbliche: il polo scolastico di Capaccio capoluogo – che accoglie già dall’inizio dell’anno scolastico gli alunni della Primaria e sarà interamente fruibile in poche settimane – e la piscina comunale Poseidone, prossima alla riapertura definitiva.

A questo si aggiungono una serie di protocolli d’intesa e di accordi che rompono l’isolamento istituzionale di Capaccio Paestum. E, quindi, il Protocollo d’Intesa con il Parco Archeologico per la salvaguardia e miglioramento del sito archeologico e per l’incremento dell’offerta turistica territoriale, il Masterplan Litorale Salerno Sud Documento strategico sovra comunale che coinvolge sette Comuni: per delega del Presidente della Regione sarà seguito dal Sindaco Alfieri. L’Unione dei Comuni Alto Cilento che con l’ingresso di Capaccio Paestum si determina la realizzazione di una nuova area territoriale dal peso demografico di circa 60 mila abitanti; il Sub Ambito per la gestione del ciclo dei rifiuti Istituito per razionalizzare ed economicizzare i servizi, oltre a Capaccio Paestum ne fanno parte tredici Comuni di Cilento e Piana del Sele. Protocollo d’intesa con la città di Agropoli: tra i punti chiave la salvaguardia e valorizzazione della fascia costiera, il turismo, i servizi sociali.

«Dar conto di ciò che si dice e si fa è il modo migliore per alimentare chiarezza e fiducia tra chi è responsabile della cosa pubblica e la Comunità che si è chiamati a rappresentare – ha dichiarato Alfieri -. In questi primi 100 Giorni di amministrazione – aggiunge – abbiamo preso decisioni importanti, ascoltato, assunto atti di programmazione e realizzato i primi interventi visibili e significativi».

«Allo stesso tempo, sindaco e Giunta – conclude Alfieri – hanno imparato a lavorare insieme, a fare squadra, cominciando a sperimentare una comune modalità di azione fatta di attenzione alle istanze dei Cittadini, approfondimento dei problemi, individuazione delle priorità, ricerca delle soluzioni. Un processo di condivisione delle energie che sta coinvolgendo anche Consiglieri comunali, dirigenti e dipendenti dell’Ente, organizzazioni sociali del territorio, gruppi di giovani.

Alcuni tra i prossimi progetti: la nuova Casa Comunale in Piazza Santini, il Palazzetto dello Sport, la nuova stazione Ferroviaria di Capaccio Scalo, il Cineteatro comunale e molti altri progetti per l’emergenza idrica, la viabilità e la sicurezza ambientale.

C.S.

Annunci