AGROPOLI, “ADOTTA UN’AULA” IL PROGETTO DI CROWDFUNDING DEL LICEO GATTO

Cattura
“Adotta un’aula” è il progetto di raccolta fondi lanciato dalla Dirigente scolastica Anna Vassallo del Liceo Alfonso Gatto di Agropoli. L’iniziativa è stata realizzata con lo scopo di raccogliere fondi tramite il crowdfunding per apportare migliorie nella sede del Liceo di via Pio X dove si trovano gli indirizzi classico e musicale, visti gli ambienti scolastici poco adeguati.

Quindi, l’obiettivo del progetto, è quello dell’urgente riqualificazione delle aule, e precisamente alla sostituzione degli infissi e delle porte di tutte le aule dell’edificio, ma si pone anche l’obiettivo di garantire agli studenti nuovi e accoglienti spazi di apprendimento.

Sarà possibile partecipare alla raccolta fondi donando un libero contributo a mezzo versamento sul seguente IBAN: IT73 V 07066 76020 000000414651, intestandolo a Liceo Statale A. Gatto, specificando come causale “Progetto adotta un’aula”.

Ognuno, versando un contributo, può impegnarsi a sostenere la scuola in questa importante
iniziativa.

La raccolta fondi si configura come reward based, ovvero basata sul riconoscimento di una “ricompensa” per l’azione virtuosa che ciascuno vorrà compiere:

1. con un finanziamento di almeno € 100 si riceverà una lettera di ringraziamento dalla
scuola e una citazione sul sito istituzionale della scuola;

2. con un finanziamento di almeno € 500 si riceverà una lettera di ringraziamento e sarà
possibile inserire il proprio nome o il logo dell’azienda sul sito istituzionale per un anno;

3. con un finanziamento di almeno € 2000 sarà apposta una targa esterna per 5 anni davanti
all’aula con il nome del donatore;

4. Le donazioni possono essere effettuate anche con esplicita richiesta di mantenere
l’anonimato e, in tal caso, esse sono del tutto libere poiché non prevedono riconoscimenti
pubblici.

Una bella sfida a cui si spera parteciperanno in molti, al fine di garantire ai ragazzi agropolesi la possibilità di crescere nel miglior ambiente scolastico possibile.

PASQUALE D’AGOSTINO