AGROPOLI, CORONAVIRUS RIDUCE LE PRESENZE IN CITTA’ E GLI ESERCIZI CINESI CHIUDONO

Still0302_00000

Il Coronavirus non sta creando disagi solo alle persone, ma ad essere colpito è anche il commercio e il turismo nelle città.

Ad Agropoli le presenze sono al minimo, e le strade della città risultano essere deserte in alcune ore della giornata. Ma quelli ad essere maggiormente colpiti sono i commercianti cinesi che, ad Agropoli e in tutto il Cilento, si trovano in un momento particolarmente difficile, che sta portando alla chiusura o sospensione delle attività commerciali dei propri esercizi.

Sulle serrande di vari negozi cinesi ad Agropoli, situati in città o nella fiorente zona commerciale di località Mattine, sono comparsi annunci che avvisano la clientela di una chiusura dell’attività fino a metà marzo, altre attività hanno chiuso direttamente, arrese dell’ormai clientela pari a zero per via dell’allarme Coronavirus, e della paura della gente. Su tutto il territorio cilentano, la situazione è identica.

Intanto, stamattina si è svolta, a Palazzo Sant’Agostino a Salerno, la riunione dei Sindaci della Provincia per discutere dell’emergenza Coronavirus, e il Sindaco di Centola-Palinuro e Vicepresidente provinciale Carmelo Stanziola è intervenuto proprio sulla questione turismo e commercio: “Siamo fiduciosi perché il Governo centrale sta mettendo in atto delle risposte concrete di finanziamento rispetto a queste tematiche (…) non sarebbe sbagliato inventarci qualcosa per far capire che non dovremmo creare allarmismi (…) Quando ci sta una giusta attenzione, quando si seguono con determinazione questi problemi, alla fine tutto si risolve nel migliore dei modi”.

REDAZIONE