Ads-Elysium-lunga

Agropoli: All’Arena sotto le Stelle la prima di “Lui è mio padre”

Attualità All’Arena sotto le Stelle la prima di “Lui è mio padre”
  Condividi:  
836 10/08/2020

Una interpretazione magistrale di Gianni Parisi e l’ambientazione nel borgo antico di Agropoli sono indubbiamente gli elementi che maggiormente colpiscono nel film “Lui è mio padre”, interamente girato ad Agropoli e finanziato dal Comune di Agropoli e dalla SARIM. Il film diretto da Roberto Gasparro narra la storia di un padre (Gianni Parisi), artigiano nel Borgo Antico di Agropoli, che si trova a fare i conti con le ribellioni adolescenziali della figlia Cristiana (Giulia Colantonio) e con l’invasione in città della criminalità organizzata, interessata alla gestione dei rifiuti. Ad un Tony Sperandeo forse un po’ troppo caricaturale nel ruolo del mafioso e a un Giacomo Rizzo troppo poco valorizzato, fa da contraltare un brillante Massimiliano Rossi e una brava e convincente Giovanna Rei. Su tutti, come detto, l’intensa interpretazione di Gianni Parisi, protagonista assoluto della storia che è riuscito a sopperire, insieme alla bellezza narrativa degli angoli più suggestivi di Agropoli, anche a qualche vuoto di sceneggiatura. Da segnalare la presenza nel cast di diversi attori agropolesi, su tutti Umberto Anaclerico, spalla comica a supporto della presenza di Giacomo Rizzo